La lettera di P. Savino: Il viaggio nelle Filippine, (24 nov. – 12 dic)

0
287 Numero visite

A voi tutti il mio saluto in Cristo Gesù, nato per noi.

Da qualche giorno sono tornato dal mio solito “tradizionale” viaggio nelle Filippine. Il primo della terna di viaggi che ogni anno faccio all’estero per visitare le tre Comunità della Piccola Missione per i Sordomuti a Butembo (R.D. Congo) e Londrina (Brasile).

Il viaggio nelle Filippine, (24 nov. – 12 dic) ha coinciso con le celebrazioni del 30esimo anniversario della nostra presenza nell’Arcipelago (ottobre 1988). Ovviamente, il momento più atteso delle celebrazioni è stato il tradizionale raduno di Natale che, come ogni anno, si svolge l’8 dicembre nell’immenso centro commerciale di Cebu City, perché offre ai ragazzi la possibilità di esibirsi sul grande palco (balli e/o danze folcloristiche). Quest’anno erano 600. Tra loro, molti dei quali hanno fatto parte o fanno tuttora parte del nostro progetto  “Adozioni Scolastiche a Distanza”.

Un altro dei momenti salienti delle celebrazioni è stato l’incontro con gli ex-alunni. Ragazzi e ragazze sorde che hanno frequentato le scuole speciali e che grazie al progetto SKILLS di avviamento al lavoro voluto e co-finanziato anche dalla nostra Missione Gualandi nelle Filippine, hanno una occupazione stabile nel mondo del lavoro. Nel pomeriggio, dopo la Santa Messa di ringraziamento e il pranzo, nella palestra della Missione, i giovanotti presenti hanno dato vita ad un quadrangolare di pallacanestro   (rigorosamente con trofeo) per celebrare il trentennale.

La domenica prima di partire (9 dic.) invece, abbiamo voluto organizzare un incontro con gli amici, gli sponsor e i benefattori locali, che in questi primi 30 anni di presenza della Missione Gualandi, ci sono stati vicini con il loro affetto, il loro sostegno e la loro solidarietà. Ai presenti abbiamo offerto un oggetto, esclusivamente creato per loro dal nostro amico artista, Amedeo Brogli, raffigurante un melograno. Questo frutto, infatti, grazie alla sua particolare conformazione e struttura interna, oltre ad essere da secoli uno dei simboli della Chiesa è anche il simbolo della nostra Comunità filippina.
Sta a significare che, tutti insieme riuniti nel nome di Cristo abbiamo fatto e possiamo ancora fare grandi cose per la comunità delle persone sorde. E’ Lui che dà un significato anche al sentimento di filantropia che spesso è il punto di partenza per un impegno solidale e duraturo.
L’occasione delle varie celebrazioni, è stato propizia per comunicare che dopo 30 anni di aiuti dirottati nelle Filippine, è arrivato il momento di tendere una mano anche alla comunità dei Sordi Congolesi, dove siamo presenti da circa 4 anni, a motivo dell’emarginazione e dell’estrema povertà.
L’Associazione Amici di Padre Savino-Onlus, ha già inviato e destinato i primi 17.000 dollari (frutto del 5X1000) per una piccola struttura scolastica (80 mq) che è stata inaugurata a Butembo, lo scorso 16 dicembre

Il prossimo viaggio a fine gennaio, invece di portarmi in Congo, come da prassi, mi porterà nella comunità di Londrina- Parana. Il cambiamento di itinerario è stato necessario a motivo della pericolosa instabilità politica e dei conflitti armati nelle zone di confine (Burundi), non lontano dalla nostra Missione. E tutto questo perché l’attuale Presidente Kabila, nonostante avrebbe dovuto farlo due anni fa, si ostina a non voler lasciare il potere ed indire libere elezioni. In questo clima di insicurezza, ci è stato negato il visto di entrata in Congo. Il viaggio sarà fatto solo quando la situazione si normalizzerà.
Ovviamente, questo ritarda e penalizza i nostri progetti a favore della comunità dei Sordi del posto (circa 2500 ) e in particolare la costruzione della scuola speciale,  i laboratori e la coltivazione del terreno agricolo che abbiamo già comprato. Nel frattempo, per utilizzare al meglio il tempo a nostra disposizione, abbiamo sparso la voce e, quindi, nei nostri garages di Roma, abbiamo già cominciato a raccogliere: materiale utile per le aule scolastiche – materiale di cancelleria –  piccoli attrezzi –  attrezzature varie manuali e/o elettriche per i falegnami – gli idraulici – gli elettricisti – i saldatori – i contadini.
Materiale ed attrezzature per gestire uno studio dentistico – un piccolo centro audiometrico – una piccola infermeria.

Siamo fortunati ad aver trovato la collaborazione dall’associazione “Il Colibrì- ONLUS” di Giulianova, perché ci sta dando un grande aiuto anche per quanto riguarda la programmazione, la preparazione e la spedizione del container di 12 metri che porterà tutto quanto riusciremo a raccogliere per le necessità future della Missione congolese.
Ovviamente, banchi, sedie, armadi e suppellettili varie necessarie per il completamento dell’arredo del complesso scolastico e dei laboratori, li compreremo sul posto.

Abbiamo necessità di costruire due pozzi. Una per la scuola e l’altro per la campagna. Purtroppo, sorgendo la città di Butembo su tante colline e situata su di un altopiano a 1800 mt. s.l.m., per trovare la falda acquifera saremo costretti ad andare molto in profondità (circa 150/180 metri).
Contiamo di iniziare le trivellazioni quanto prima perché abbiamo già cominciato a ricevere delle donazioni finalizzate al progetto.

Per ora è tutto. Non mi resta che augurarvi giorni felici durante le festività natalizie e un sereno 2019, colmo delle benedizioni celesti.

0 2018 Dicembre LETTERA AMICI

Ciao.

p.Savino


Per eventuali versamenti/donazioni
Associazione “Amici di Padre Savino” Onlus –
IBAN – 
(non dimenticare di scrivere la causale e il vostro indirizzo)
IT 35 U 07601032000000 63199046
C/C postale n. 6 3 1 9 9 0 4 6
5 X 1000   C.F. 97230680585

Notizie via email