Ahmed bin Saeed: “Gli UAE tra i primi paesi per strategie su inclusività dei disabili”

0
12 Numero visite
PUBBLICITA

DUBAI, 24 ottobre 2022 (WAM) – Sua Altezza lo sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum, presidente dell’Autorità per l’aviazione civile di Dubai, presidente degli aeroporti di Dubai e presidente e amministratore delegato, Emirates Airline & Group, Patron dell’AccessAbilities Expo (AAE), ha sottolineato che gli Emirati Arabi Uniti sono tra i primi paesi al mondo ad aver messo in atto una strategia di abilitazione sostenibile per aiutare a responsabilizzare le persone con disabilità a diversi livelli.

PUBBLICITA

L’ha affermato in vista dell’AAE 2022, che si svolgerà dal 15 al 17 novembre presso il Centro di Commercio Mondiale di Dubai (DWTC).

Alla sua 4a edizione, , che si terrà nei padiglioni 5, 6 e 7 del Centro Mondiale di Commercio di Dubai, AAE rappresenta la più ampia e impressionante esposizione di prodotti tecnologici innovativi e servizi di riabilitazione, il più grande del suo genere in Medio Oriente, Nord Africa e nella regione del subcontinente indiano. Durante la tre giorni, la piattaforma per produttori e distributori di prodotti di assistenza, nonché autorità governative, centri di riabilitazione e centri sanitari ed educativi, intende soddisfare le aspettative di oltre 50 milioni di persone di determinazione che vivono in Medio Oriente e Nord Africa.

Gli organizzatori dell’evento, Nadd Al Shiba PR & Event Management, prevedono che il numero di aziende e centri governativi e del settore privato partecipanti salirà a 250 espositori da 50 paesi e attirerà più di 10.000 visitatori professionisti da diversi paesi del mondo. Le oltre 4.500 tecnologie avanzate globali in mostra – al servizio di disabilità motorie, visive, uditive, intellettive e autistiche – svolgono un ruolo cruciale nel responsabilizzare le persone con bisogni speciali, che costituiscono tra il 10 e il 15% della popolazione di un dato paese. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) stima che il numero di queste persone sia attualmente di circa un miliardo in tutto il mondo. Un numero che dovrebbe salire a 2 miliardi di persone entro il 2050 a causa dell’invecchiamento, delle guerre, della povertà, della mancanza di servizi presenti in alcune parti del mondo.

“Ci sono sforzi sorprendenti da parte delle entità pertinenti nel governo e del settore privato per costruire una società inclusiva per le persone determinate e le loro famiglie, come parte della politica nazionale ideata dal nostro saggio governo per garantire che ottengano le opportunità, le esperienze e gli stili di vita di qualsiasi altro individuo nel nostro paese”, ha detto lo sceicco Ahmed.

Inoltre, ha espresso soddisfazione per l’attenzione e la partecipazione locale e internazionale alla 4a edizione di AAE, piattaforma globale per tecnologie all’avanguardia e programmi di riabilitazione all’avanguardia.

Lo sceicco Ahmed ha indicato che l’iniziativa “Vivere in modo indipendente” organizzata dall’Unione delle Camere Arabe in collaborazione con la Lega degli Stati Arabi e l’Ufficio per la Promozione degli Investimenti e della Tecnologia dell’UNIDO in Bahrain all’Expo, rappresenta un’aggiunta qualitativa a questo evento.

Ahmed Aboul Gheit, Segretario Generale della Lega degli Stati Arabi, ha spiegato che l’iniziativa “Vivere in modo indipendente” costituisce un pilastro importante della pianificazione del prossimo decennio per le persone disabili nei vari campi sociali, economici e legali, per una piena integrazione nella società, nonché per l’attuazione delle convenzioni e dei trattati arabi e internazionali pertinenti.

Ghassan Suleiman Amhaz, amministratore delegato di Expo, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi dei risultati ottenuti dall’evento a livello di fornitura di tecnologie all’avanguardia a 50 milioni di persone determinate in Medio Oriente e ringraziamo gli enti governativi e le aziende private che contribuiscono, attraverso Expo, a fornire una vita migliore a questo caro segmento della nostra società e contribuire a rafforzarli a tutti i livelli. L’evento riflette l’attenzione eccezionale fornita dagli Emirati Arabi Uniti e da altri paesi della regione per garantire una vita dignitosa a questo segmento della nostra società; consentendo loro di vivere in modo indipendente grazie a tecnologie all’avanguardia”, ha aggiunto.

https://wam.ae/en/details/1395303094450

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

Hussein Abuel Ela/
Notizia