Corea del Sud – Missione con i non udenti, grazie a video in lingua dei segni

0
35 Numero visite
PUBBLICITA

Seoul (Agenzia Fides) – L’annuncio della Parola di Dio e la catechesi a ragazzi e adulti non udenti si avvale dei nuovi strumenti mediatici come i video, nei quali si usa la lingua dei segni: è l’iniziativa del “Korean Catholic Pastoral Research Institute” che ha prodotto e distribuito a comunità, parrocchie, associazioni e scuole cattoliche la versione in lingua dei segni di “Catholic Video Doctrine”, catechesi filmate che possono e utilizzate nella pastorale con i sordi in tutto il paese.

PUBBLICITA

Il “Korean Catholic Pastoral Research Institute”, che agisce sotto l’egida della Conferenza episcopale della Corea, per questo specifico lavoro ha incaricato la “Missione cattolica per i Sordi di Busan”, guidata da Padre Cho Jo-hee, di tradurre e produrre i video in lingua dei segni. Alcuni non udenti e volontari hanno partecipato all’interpretazione in lingua dei segni, completando la versione per non udenti dei 47 episodi della “Catholic Video Doctrine”, già utilizzata come libro di testo ausiliario per l’evangelizzazione e la catechesi in tutte diocesi della nazione.

I video sono dotati di sottotitoli e di una grafica, sono stati realizzati congiuntamente con l’organizzazione “Catholic Peace Broadcasting”, che ha curato le riprese video, lavoro grafico, montaggio e supervisione tecnica.
La Conferenza episcopale della Corea ha voluto sostenere l’opera di traduzione i lingua dei segni, per venire incontro a tutte quelle realtà comunitarie dove le persone spesso sorde risultano spesso emarginate soprattutto per carenza di mezzi adeguati; l’obiettivo è dare loro la possibilità di ascoltare la Parola di Dio e la riflessione su di essa, con la presentazione dei contenuti fondamentali della fede cristiana.

“Alcune persone sorde, che hanno difficoltà di comunicazione, finiscono per allontanarsi anche dai sacramenti, mentre questi video costituiscono per loro un segno di attenzione e possono aiutare a farli sentire pienamente membri della comunità. Essi stessi devono rendersi conto di essere figli di Dio, amati da Lui”, notano alla Missione di Busan.

Nella Chiesa cattolica coreana vi è anche il primo sacerdote non udente di tutta l’Asia, padre Min Seo Park, ordinato prete a Seoul nel 2007. Dopo 14 anni di impegno a Seoul, nella pastorale e nell’apostolato con i non udenti, ora padre Park è missionario a Landover Hills, nel Maryland (USA), dove continua nella missione di annuncio del Vangelo con i sordi.
(PA) (Agenzia Fides 23/1/2023)

 

Notizia