India. Ragazza sordomuta violentata a Pilibhit, 3 persone incriminate

0
19 Numero visite
PUBBLICITA

da Keshav Agarwal

PUBBLICITA

PILIBHIT: Una ragazza di 18 anni sorda e muta è stata violentata da un vicino di 30 anni in una cittadina della città di Pilibhit. Tre persone sono state incriminate nella questione dalla polizia martedì sera.

L’incidente era avvenuto il 4 novembre, tuttavia, la stazione di polizia interessata avrebbe negato una FIR. La madre della vittima ha quindi dovuto rivolgersi al sovrintendente di polizia (SP), Dinesh Kumar, per avere giustizia.

La madre della vittima ha detto che suo marito era fuori per qualche lavoro quando è avvenuto l’incidente. “L’imputato ha fatto irruzione nella nostra casa alle 19:30 e ha violentato mia figlia. Ho sentito dei suoni sconosciuti dall’altra stanza. Quando sono arrivata lì, l’imputato è fuggito e si è buttato giù dal secondo piano”, ha detto.

Si è avvicinata ai genitori dell’imputata per raccontare il calvario di sua figlia, ma è stata gravemente abusata da loro e minacciata atrocemente. Quindi ha raggiunto la stazione di polizia interessata per sporgere denuncia scritta, ma l’azione sarebbe stata respinta. “Gli ordini per la FIR sono stati finalmente dati dalla SP”, ha detto.

SHO Madan Mohan Chaturvedi ha affermato che l’accusato nominato è stato ammonito ai sensi della sezione 376 (stupro) 511 dell’IPC (tentativo di commettere un reato punibile da questo codice con la reclusione a vita), mentre i suoi genitori sono stati accusati ai sensi della sezione 504 (insulto intenzionale).

(L’identità della vittima non è stata rivelata per tutelare la sua privacy come da direttive della Corte Suprema sui casi relativi ad aggressioni sessuali)

 

Notizia