Sud Sudan: ampliare l’istruzione per i bambini con disabilità

Il World Service della Federazione luterana mondiale sostiene un programma di istruzione inclusiva rivolto ai bambini con disabilità lasciati senza cure e sostegno adeguati

0
4 Numero visite
PUBBLICITA

Sarah Philemon è una 32enne madre di quattro figli del campo profughi del Pamir in Sudan. Nata nel 1990 sul monte Nuba, ha perso l’udito all’età di 15 anni quando il suo villaggio è stato bombardato. Di conseguenza, ha lottato per accedere all’istruzione per tutta la vita.

PUBBLICITA

«Sono stata iscritta alla scuola primaria di Nuba Mountain in Sudan quando ero giovane, ma a causa della mia disabilità uditiva non ho potuto beneficiare dell’insegnamento. C’era una barriera di comunicazione. Ciò ha portato a scarse prestazioni anche dopo aver ripetuto la stessa lezione», afferma. «I bambini e i giovani come me avevano perso la speranza, ma ora vedono un futuro luminoso».

Ora Sarah è iscritta all’Accelerated Learning Program (ALP) presso il Tirhaka ALP Center ed è una delle studentesse del programma di istruzione inclusiva della Federazione luterana mondiale (Flm).

Il conflitto in Sud Sudan ha provocato lo sfollamento delle famiglie e ha lasciato molti bambini orfani. Di conseguenza, nel paese c’è un aumento del numero di bambini con disabilità (CWD) lasciati senza cure e sostegno adeguati: secondo l’Unicef, sono oltre 200.000. Si tratta di un aumento rispetto alla precedente stima di 160.000. L’istruzione è in generale una sfida per questi bambini nella maggior parte dei contesti. Molte scuole non sono fisicamente accessibili ai CWD, e anche quando sono in grado di frequentare la scuola, i bambini con disabilità spesso subiscono discriminazioni ed esclusione dai loro coetanei.

La mancanza di risorse e di personale qualificato pone anche un ostacolo all’istruzione.

Il World Service, braccio diaconale della Flm, sta implementando un programma educativo inclusivo finanziato dalla Chiesa di Svezia e dall’Agenzia svedese per la cooperazione allo sviluppo internazionale a Ruweng, nel Sud Sudan, per i rifugiati e la comunità ospitante. Il progetto – che attualmente coinvolge 525 studenti – è volto a garantire che i CWD abbiano accesso a un’istruzione di qualità. Il programma nazionale della LWF in Sud Sudan recluta insegnanti di lingua dei segni e braille per studenti ipoudenti e ipovedenti come parte del programma di istruzione inclusiva.

Studenti come Sarah hanno la possibilità di ampliare la loro istruzione. Con l’aiuto di insegnanti specializzati i CWD imparano a comunicare e a comprendere il mondo che li circonda. Inoltre, acquisiscono le competenze necessarie per avere successo nella vita e una migliore possibilità di realizzare il proprio potenziale.

«La storia di Sarah ci ricorda quanto sia importante l’istruzione e la necessità di migliorarne l’accesso ai bambini con disabilità. In situazioni di conflitto, miriamo ad aiutare le comunità a costruire la resilienza. Un fondamento essenziale della resilienza è l’istruzione. Con la giusta formazione, i giovani vulnerabili hanno un potente strumento nelle loro mani per costruire un futuro migliore», ​​afferma Mika Jokivuori, rappresentante nazionale della Flm in Sud Sudan.

«Voglio che i miei figli abbiano un futuro migliore di quello che avevo io – ha dichiarato Sarah –. Voglio che possano andare a scuola e ottenere una buona istruzione. Con l’aiuto di questo programma, so che possono farlo». «Voglio completare la mia istruzione secondaria e anche oltre per mostrare alla mia comunità di origine a Nuba e al mondo che le persone con problemi di udito possono imparare e contribuire allo sviluppo del Paese. Questo programma mi ha aiutato ad avvicinarmi a questo obiettivo».

Il programma di istruzione inclusiva di LWF World Service sta cambiando il panorama dell’istruzione per i CWD in Sud Sudan. Molti di loro ora sono in grado di andare a scuola e capire l’istruzione che stanno ricevendo. Questo a sua volta aiuta i giovani e i bambini con disabilità a plasmare un futuro più inclusivo per il Sud Sudan.

Photo: LWF/C. Mawel

 

Notizia