Cina: gruppo di sordi crea fiorente ditta di pulizie

0
159 Numero visite
PUBBLICITA

HEFEI, 13 APR – Un gruppo di sordi ha fondato un’impresa di pulizie nella città di Hefei, capoluogo della provincia dell’Anhui, nella Cina orientale.

PUBBLICITA

Il loro scopo è guadagnarsi da vivere e ottenere il rispetto della loro comunità pulendo la città.

Nato con un problema di udito, Hu Min, fondatore dell’azienda, ha avuto difficoltà a trovare un lavoro dopo aver finito il suo percorso educativo speciale al liceo. Invece di seguire la consuetudine e cercare un lavoro in fabbrica, ha deciso di avviare un’attività in proprio per mettersi alla prova e aiutare i suoi coetanei.

“La comunità dei sordi non è molto grande. La maggior parte di noi ha un accesso limitato al lavoro e salari bassi, nonostante lavoriamo molto duramente”, ha dichiarato Hu nella lingua dei segni.

Stando alla seconda indagine nazionale a campione sulle persone con disabilità, circa 27,8 milioni di persone in Cina soffrono di problemi di udito.

Nel 2017, Hu ha sviluppato un’applicazione per i social network destinata alle persone con problemi di udito e disturbi del linguaggio. Tuttavia, il suo business ha risentito della scarsità di clienti e degli alti costi di promozione e gestione.

Ha finito per andare in bancarotta e ha dovuto vendere la sua auto per pagare gli stipendi dei dipendenti.

Tuttavia, Hu ha rifiutato di arrendersi al destino. “Voglio fare qualcosa per dimostrare che possiamo vivere una vita migliore”, ha affermato il 32enne.

Due anni dopo, si è ripreso e ha fondato un’impresa di pulizie chiamata ‘Longwei’, parola che serve a indicare che anche i sordi possono fare la differenza. Dopo aver sentito la notizia, molti dei suoi amici ed ex dipendenti sono tornati per unirsi a lui nella sua nuova avventura.

All’inizio è stato tutt’altro che facile. Hanno lottato in particolare con le difficoltà di comunicazione con i clienti durante il lavoro. Erano perfettamente preparati ad affrontare un certo livello di pregiudizi e discriminazione. In diverse occasioni i clienti rifiutavano i loro servizi quando scoprivano che soffrivano di disturbi dell’udito e non erano in grado di parlare.

Con l’assistenza di Shen Mingming, che si occupa del servizio clienti dell’azienda, hanno creato un gruppo WeChat dove clienti e addetti alle pulizie possono comunicare digitando.
“Ho svolto il ruolo della loro voce e delle loro orecchie per comunicare tra i nostri addetti alle pulizie e i clienti tramite WeChat, in caso di problemi”, ha detto Shen, che è l’unico dipendente udente nell’impresa di pulizie.

“Scrivo loro quello che devono fare. Non è difficile capirsi”, ha dichiarato Guo, cliente di Hefei, che è rimasto impressionato dal servizio professionale degli addetti alle pulizie di Longwei. “Sono stati puntuali e hanno messo i copriscarpe prima di entrare in casa mia”.

A poco a poco, il loro servizio di alta qualità ha contribuito a costruire la loro base di clienti e ad aumentare le loro entrate.
Non molto tempo fa, hanno eseguito una pulizia profonda dentro un laboratorio per lo sviluppo di prodotti presso un’università che richiede un ambiente assolutamente privo di polvere. Indossando degli indumenti protettivi, sei addetti alle pulizie hanno rimosso accuratamente la polvere dai ventilatori, pulito le superfici di lavoro e aspirato i pavimenti. Grazie al loro lavoro meticoloso, durato più di un mese, il laboratorio è stato aperto senza alcun ritardo.

La Cina adotterà delle misure per promuovere l’occupazione delle persone con disabilità dal 2022 al 2024, nel tentativo di raggiungere un’occupazione adeguata e di alta qualità durante il periodo del 14° piano quinquennale (2021-2025), secondo un piano d’azione pubblicato recentemente dall’Ufficio Generale del Consiglio di Stato.

Il piano mira a creare 1 milione di nuovi posti di lavoro per le persone con disabilità, a migliorare le loro capacità di trovare un lavoro o di avviare un’attività, oltre che a salvaguardare al meglio i loro diritti e interessi.

“Man mano che sempre più persone con disabilità trovano lavoro, spero che l’intera società possa avere più comprensione e rispetto per noi. Naturalmente, lavoreremo ancora più duramente perché la società ci riconosca”, ha aggiunto Hu usando la lingua dei segni. (XINHUA)

 

Notizia