Musei da vivere: le visite speciali per persone sorde e ciechi

Appuntamenti con interprete LiS rivolto a persone sorde e appuntamenti polisensoriali rivolti alle persone cieche

0
143 Numero visite
PUBBLICITA

Musei Civici Fiorentini, Palazzo Medici Riccardi, Murate Art District e MUS.E propongono un nuovo programma di visite speciali, che offrirà l’opportunità di avvicinarsi al patrimonio fiorentino e apprezzarne i capolavori in forma inclusiva e partecipata.

PUBBLICITA

Si tratta di un trittico di appuntamenti con interprete LIS rivolto a persone sorde e ipoudenti e un trittico di appuntamenti polisensoriali rivolti alle persone cieche e ipovedenti, con i loro accompagnatori

Si comincia a luglio con una visita alla mostra in corso a Palazzo Medici Riccardi, centrata sull’artista Oscar Ghiglia (sabato 9 luglio, per sordi e ipoudenti con accompagnatori), e una dedicata alla raffinata esposizione dell’artista Ana Vujović  al Murate art District (domenica 10 luglio, per ciechi e ipovedenti con accompagnatori) per proseguire a settembre con una ricca passeggiata culturale nella “cittadella” Bardini (10 settembre per sordi e ipoudenti) e un incontro di living history, in dialogo con l’antiquario in persona (11 settembre, per ciechi e ipovedenti), una visita alle mostre in corso presso la palazzina di Forte Belvedere (23 settembre per sordi e ipoudenti) e un percorso tematico attraverso i capolavori del Novecento (18 settembre per ciechi e ipovedenti).

Questo appuntamento riserverà un’attenzione specifica alle opere di Arturo Martini presenti nelle collezioni del Museo Novecento, consentendo al pubblico di avvicinarsi alla vita e alla poetica di questo grande scultore. Di particolare ausilio sarà in tal senso l’esperienza tattile della riproduzione della scultura L’attesa o Susanna, fra gli esiti sperimentali del percorso che i Musei Civici Fiorentini e MUS.E stanno sviluppando in chiave inclusiva e accessibile. La replica, infatti, è stata accuratamente realizzata grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale; Lidia Fiorini e Alessandro Conti hanno effettuato l’acquisizione e l’elaborazione digitale, e Venice 3D, ha realizzato il modello fisico in scala ridotta con una stampante tridimensionale e la finitura con  polvere di pietra prestando un’attenzione particolare agli aspetti visivi e tattili.

Le proposte sono riservate a sordi e ipoudenti (primo ciclo) e a ciechi e ipovedenti (secondo ciclo) e sono gratuite per loro e per i loro accompagnatori.

La prenotazione è obbligatoria: info@musefirenze.it

055-2768224

 

Notizia