Bologna by night: i migliori locali per bere

0
105 Numero visite

Bologna è nota per la buona cucina, ma anche bere bene non è affatto difficile qui: dai locali per studenti universitari che vogliono spendere poco ai wine bar per appassionati, negli ultimi anni in città si è infatti costruita un’offerta talmente ampia e variegata da soddisfare davvero le preferenze di tutti. Ecco allora un elenco di locali, adatti un po’ a tutte le tasche, dove recarsi per il bicchiere della staffa o per gustare un buon calice di vino.

Boteco (via S.Vitale, 17/b). Se amate i distillati, il Boteco è il posto che fa per voi. Qui troverete infatti un’ampia selezione di grappe (molto diverse tra loro per gusto e gradazione alcolica) che daranno una degna conclusione alla vostra serata sotto i portici

Barazzo (via del Pratello, 66/c). Nel cuore di via del Pratello, il Barazzo è il punto di riferimento non solo per i giovani universitari che affollano la strada, ma anche per una clientela un po’ più adulta. Sicuramente non è il posto adatto se si vuole trascorrere una serata tranquilla, ma se invece vorrete immergervi nella Bologna by night più autentica e verace, un amaro al Barazzo è quasi d’obbligo.

Bizarre (via Belvedere, 4/a). Un cocktail post cena? Allora Bizarre è il luogo dove potrete riscoprire il piacere della miscelazione. Unico neo è la dimensione della location: i posti a sedere sono infatti solo 12, cosa che – specialmente il sabato sera – vi costringerà a sorseggiare il vostro cocktail in strada. Dunque se vorrete godervi la vostra bevuta con la calma e l’attenzione che merita, vi consigliamo di visitare Bizarre soprattutto in settimana.

Medulla (via G. Oberdan, 18/a). Tappa consigliata a tutti i wine lovers è il Medulla, prima vineria a Bologna specializzata in vino biologico e biodinamico, e dove avrete la possibilità di degustare o acquistare vini in bottiglia e sfusi, selezionati tra le cantine più interessanti di Italia, Slovenia e Croazia.

Senza Nome (via Belvedere, 11/b). Questo bar che troverete dietro Il Mercato delle Erbe ha una particolarità: è il primo locale in Italia ad essere gestito da non udenti. Per una bevuta serale a Bologna vi consigliamo quindi di visitarlo, e magari di provare a fare la vostra ordinazione nella lingua dei segni. Come fare? Facendovi aiutare dai fogli su cui troverete illustrato l’alfabeto segnato, o dalle immagini in bacheca che vi spiegheranno come dire vino o birra nella lingua dei segni

Enoteca Al Risanamento (via Zamboni, 57). In questa enoteca, sita in piena zona universitaria, ce n’è davvero per tutti i gusti: dai vini per chi cerca conferme a quelli adatti a chi ama sperimentare. Il 98% delle bottiglie proviene da Italia e Francia (con addirittura alcuni produttori provenienti da Loira, Champagne, Borgogna, Languedoc, Roussillon, Jura, Mosella e Alsazia, distribuiti in esclusiva), ma non mancano alcune chicche iberiche e renane. Cos’altro aggiungere per convincervi ad andarci?

Ebrezze (via Castiglione, 11). Di recente apertura, Ebrezze è un raffinato wine bar in cui – come si evince dal significato stesso del nome: /eb·bréz·ze/ = marcato senso di benessere, euforia, spensieratezza – potrete godervi una serata sorseggiando un ottimo bicchiere di vino o di champagne scelto tra un’accurata selezione di etichette

Macondo (via del Pratello, 22). Per una serata a base di musica dal vivo e drink, il Macondo è il locale in cui fare sicuramente una capatina. Del resto di quali ingredienti migliori avreste bisogno per la buona riuscita di una serata tra amici?

L’Ora d’Aria (via Gian Battista Morgagni, 9/a). Questo locale andrebbe visitato solo per il nome: l’ora d’aria è infatti quel lasso di tempo che dovrebbe essere sfruttato al meglio, soprattutto quando l’attività che si è scelto di fare è bere. Il concetto del bere meno, bere meglio, trova qui perfetta espressione nei gin, nelle pregiate vodka, nei cocktail e gli speciali sour che potrete degustare durante la vostra ora d’aria di piacere.

https://www.agrodolce.it

Newsletter