Covid: terza ondata a Delhi, ieri record nuovi casi, 8.500

0
8 Numero visite
epa08812633 Passengers wait for a local train at railway station on the day of reopening for the public after seven months of closure due to the coronavirus pandemic crisis, in Kolkata, Eastern India, 11 November 2020. The Indian railway authorities announced that the suburban train service for daily commuters in Bengal will be provided starting from 11 November. EPA/PIYAL ADHIKARY

Governatore requisisce terapie intensive in cliniche private

NEW DELHI, 12 NOV – Delhi ha registrato più di 8.500 nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore , il livello più alto sinora raggiunto, e uno dei dati più preoccupanti dell’intero paese.

La capitale indiana sta affrontando in questi giorni la terza ondata del contagio, dopo un periodo di stabilità di circa un mese: il picco ha creato nuova pressione sugli ospedali, dove metà dei letti disponibili, stando ai dati dell’amministrazione cittadina, risultano già occupati

Il governatore Arvind Kejriwal ha chiesto al governo federale di mettere a disposizione più posti negli ospedali statali e ha ottenuto questa mattina dall’Alta Corte il permesso di “requisire” per i pazienti Covid l’80% dei posti di terapia intensiva disponibili in 33 cliniche private della città.

L’India, con oltre 8milioni 600mila casi è il secondo paese più toccato al mondo dalla pandemia. La curva dei nuovi casi è in discesa dalla metà di settembre quando i nuovi positivi giornalieri sono crollati da quasi 100mila a 37 mila al giorno.

Secondo il Ministero della Salute, negli ultimi cinque giorni il conteggio giornaliero delle nuove infezioni si è assestato sotto quota 50 mila: ieri ne sono state registrate 48.200.(ANSA)

 

Newsletter