Un’app per permettere ai sordi di viaggiare: il progetto nato in Puglia premiato dall’Ue

0
356 Numero visite

Seguendo il tema “Re:think local” (ri:pensare locale), l’edizione 2018 della manifestazione ha messo al centro progetti che siano stati in grado di trasformare una sfida in un’opportunità per le giovani generazioni. Insieme a Ulisse, hanno vinto il primo premio anche un programma sloveno per aiutare i giovani a diventare imprenditori (HeritageLab) e un progetto rumeno itinerante per orientare verso il lavoro i giovani che provengono da piccole realtà rurali (Career Bus).

“Mi congratulo con i vincitori, che creano opportunità dove molte persone vedono solo delle sfide”, ha commentato la commissaria Ue all’Industria, Elzbieta Bienkowska. Nato nel 2017 e finanziato con le risorse del Fondo sociale europeo 2014-2020 assegnate alla Regione Puglia, Ulisse punta anche a potenziare l’educazione al linguaggio internazionale dei segni. Grazie ai 50mila euro messi in palio dalla manifestazione Ue, ora sarà possibile sviluppare ulteriormente la piattaforma e dare la possibilità a sempre più persone sorde di viaggiare in tranquillità. “Il nostro sogno continua”, hanno scritto i responsabili del progetto annunciando la vittoria su Facebook

 

Borderline24 – Il Giornale

Newsletter