A Parma le statue telefonano ai passanti e raccontano la città

0
131 Numero visite

Dal Parmigianino a Giuseppe Verdi da Toscanini a Garibaldi, le statue superano la loro proverbiale fissità e chiamano i passanti raccontando loro la storia e il vissuto della città.

Correggio Talking Teens (ph. P. Bertora)

Parte il 18 maggio a Parma il progetto Talking Teens – Le Statue Parlano! nato con l’obiettivo di far sperimentare agli adolescenti un utilizzo consapevole delle nuove tecnologie, connettendoli con il patrimonio culturale della città. Coinvolti 350 studenti delle scuole superiori che hanno adottato le statue, scritto il testo delle telefonate, prodotto approfondimenti, video e foto per il sito web, e realizzato modellini delle statue.

Progetti simili esistono in alcune città del mondo – come Londra e New York – ma Talking Teens è diverso perché è fatto dagli adolescenti per gli adolescenti, mira a sviluppare relazioni partecipative nella comunità, è fruibile attraverso tre modalità tecnologiche per incontrare i diversi target di persone, è accessibile a tutti (disabilità motorie e sensoriali) grazie alla targa per ipovedenti e in braille posta presso ogni statua e alla videochiamata in Lis (Lingua dei Segni Italiana).

https://www.ilsole24ore.com

Newsletter