Il 24 giugno è la solennità della nascita di San Giovanni Battista, l’unico santo, oltre la Madre del Signore, del quale si celebra con la nascita al cielo anche la nascita secondo la carne.

Giovanni è il figlio di Zaccaria, il muto, e di Elisabetta, la sterile, la sua nascita annuncia l’arrivo dei tempi messianici nei quali la sterilità diventerà fecondità, e il mutismo diventerà esuberanza profetica.

La sua vocazione fin dal grembo materno è circondata di eventi straordinari, pieni di gioia, che preparano la nascita di Gesù, la cui presenza percepì con gioia prima ancora di nascere, già dal grembo materno. Lui sarà la voce e Gesù sarà la Parola (il Verbo).

Il primo miracolo di Giovanni fu il ridare la parola a suo padre Zaccaria.

Giovanni fu il più grande fra i profeti perché poté additare l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo.

Le celebrazioni devozionali, folkloristiche, tradizionali, sono diffuse ovunque, legate alla sua venerazione; come tanti proverbi popolari sono collegati metereologicamente alla data della sua festa.

S. Giovanni Battista, tanto per citarne alcune, è patrono di città come Torino, Firenze, Genova, Ragusa, ecc.

P. Vincenzo Di Blasio

 

Newsletter