Tele San Domenico lancia il telegiornale in lingua dei segni

Da oggi in palinsesto per ogni venerdì (repliche il sabato e la domenica)

0
93 Numero visite
PUBBLICITA

La tv comunitaria Tele San Domenico lancia nel proprio palinsesto a partire da oggi, venerdì 13 maggio, un telegiornale in lingua dei segni. Il nuovo tg, nato da un’idea di Rachele Vanni, traduttrice in LiS, va in onda ogni venerdì, e in replica il sabato e la domenica alle ore 20.

PUBBLICITA

Un’iniziativa che si sposa appieno con i valori promossi all’interno del proprio palinsesto dall’emittente della Diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, sempre attenta oltre alla formazione pastorale ai temi sociali e all’inclusività. Il telegiornale offre così l’opportunità alle persone non udenti di essere aggiornate sulle principali notizie locali. L’appuntamento con l’informazione in LiS, infatti, divulga i fatti più importanti della settimana avvenuti nel territorio

“La LiS – come si legge sul sito internet dell’Ente Nazionale Sordi – non è una forma abbreviata di italiano, una mimica, un qualche codice morse o braille, un semplice alfabeto manuale o un supporto all’espressione della lingua parlata, ma una lingua con proprie regole grammaticali, sintattiche, morfologiche e lessicali. Si è evoluta naturalmente, come tutte le lingue, ma con una struttura molto diversa, che utilizza sia componenti manuali (es. la configurazione, la posizione, il movimento delle mani) che non-manuali, quali l’espressione facciale, la postura, ecc. Ha meccanismi di dinamica evolutiva e di variazione nello spazio (i “dialetti”), e rappresenta un importante strumento di trasmissione culturale. È una lingua che viaggia sul canale visivo-gestuale, integro nelle persone sorde, e ciò consente loro pari opportunità di accesso alla comunicazione”.

 

Notizia