Fiera giocattolo Milano finanziati 83 parchi giochi inclusivi

0
64 Numero visite

Fiera Giocattolo Milano, “Grazie al contribuito regionale di 2 milioni di euro, 83 comuni lombardi hanno potuto realizzare dei parchi giochi inclusivi dove tutti bimbi possono divertirsi insieme, abbattendo qualsiasi tipo di barriera, culturale, sociale o psicofisica”. Lo ha ricordato Stefano Bolognini, assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità della Regione Lombardia, intervenendo a FieraMilano City, nella seconda giornata di ‘G! Come giocare’. Alla rassegna dedicata al mondo del divertimento dei più piccoli, in programma sino a domenica 24 novembre, Bolognini ha sottolineato: “Il gioco, insieme allo studio e alla salute, è uno dei diritti fondamentali per la crescita di un bambino. Devono essere difesi e potenziati. Per questo, come Regione Lombardia siamo impegnati con azioni di vario tipo, per permettere ai cittadini di domani di diventare grandi con gioia e serenità, vivendo in ambienti sicuri, accoglienti e inclusivi”.

Tra personaggi dei cartoni animati e dei videogames, spettacoli e parate di bande e majorettes, alla rassegna c’è stata l’opportunità per affrontare e approfondire alcune delle numerose tematiche messe in campo dalla Regione Lombardia a favore dei bambini. Si è spaziato da quelle legate all’inclusione sociale a quelle sulla sicurezza, anche in auto, grazie ai nuovi dispositivi anti abbandono. “È stato fatto in maniera leggera. Coinvolgendo e facendo divertire i giovani visitatori con giochi e iniziative di vario tipo”. Lo ha sottolineato l’assessore che ha partecipato a uno dei laboratori senso-predittivo. Un’esperienza organizzata in collaborazione con la sezione di Milano dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti Onlus (UICI), che sarà riproposta domani.

L’assessore Stefano Bolognini con Nicola Stilla, presidente di UICI Lombardia. “L’inclusione di giovani e grandi si realizza nella quotidianità, nella naturalezza dei gesti abitudinari, nei parchi gioco, facendo sport, assistendo a mostre ed eventi, divertendosi insieme. Iniziative come questa aiutano a farlo nella maniera più semplice”. Lo ha evidenziato l’assessore durante la sua visita. Allo stand C17 del padiglione 3, quello della Regione, c’è stato spazio per momenti di divertimento, riflessione e crescita per grandi e piccini. Alcuni hanno creato figure geometriche concentriche con i ‘mandala’ di lana riciclata. Altri hanno imparato a comunicare con la lingua dei segni (Lis). Altri ancora, nel laboratorio senso-predittivo, hanno scoperto come stimolare i sensi attraverso il gioco.

“Il gioco è un fattore di crescita sia per i bambini sia per le famiglie – ha concluso Bolognini -. Con la misura del finanziamento dei parchi inclusivi abbiamo permesso a 83 comuni lombardi di creare aree in cui tutti i piccini possono divertirsi e crescere insieme senza barriere. Il nostro impegno, però, è ad ampio raggio. Include, inoltre, numerose iniziative, anche divulgative, accompagnate da momenti di gioia e di svago. E, proprio in questo quadro, deve essere letta la presenza della Regione a questa rassegna dove grandi e piccini possono divertirsi e imparare insieme”.

http://www.valtellinanews.it/

 

Newsletter