Consigli per parlare e capirsi con la mascherina

Comunicare con la mascherina che non fa vedere la bocca non è semplice

0
126 Numero visite

La nuova sfida, oltre a quella di non prendersi il virus nella Fase 2,  sarà quella di farsi capireParlare con la mascherina sulla bocca non aiuta a farsi capire, per questo vi segnaliamo alcuni accorgimenti da usare per riuscire a comunicare.

Pubblicità

Non è solo una questione di volume della voce, le mascherine portano ad un inevitabile deficit di comprensione perché le nostre parole sono ovattate.

Sia se parliamo con la cassiera quando facciamo la spesa, con un amico, a un parente, non è facile comprendersi. Per non parlare quando si è in pubblico, se si deve parlare in una conferenza.

Dovremo forse imparare a guardare una persona negli occhi mentre le parliamo e non potremmo farlo più mentre stiamo facendo altro e di sfuggita. Parlare richiederà un impegno e la presenza.

Vediamo nel dettaglio quanto suggerito dagli esperti.

Dovremo parlare più lentamente. Imparare a scandire bene le parole, perché per la fretta spesso ci mangiamo le finali.

Dovremo parlare con un volume di voce più alto perché la mascherina attutisce i suoni. Se poi aggiungiamo vetri e plexiglass divisori, sarà ancora più complicato comprendersi.

Tutte le parole dovranno essere pronunciate con lo stesso volume. Nessun saliscendi.

Dobbiamo imparare a muovere di più la bocca senza borbottare. Inoltre se sorridete aprite molto di più la bocca perché  si formano le pieghe agli angoli e si vedono anche con la mascherina.

Fate pause nette tra le parole. E non inanellate frasi una dietro l’altra. In questo modo permettete al vostro interlocutore di rilassarsi e di predisporsi di più all’ascolto.

6 La comunicazione non verbale diventa fondamentale. Lo sguardo, le mani, i sorrisi larghi. Gli occhi dovranno parlare molto di più delle parole. Guardare negli occhi trasmette emozioni. Da non trascurare i saluti, anche se non possiamo baciarci o darci la mano o abbracciarci, si può ricorrere agli inchini orientali, ai gesti…non dimentichiamoli.

7 Impariamo ad usare meno parole per esprimere un concetto. Fate in modo che siano efficaci. Abbandonate le ridondanze.

E’ importante bere molto per proteggere la voce, soprattutto se la si usa per lavorare.

Adesso si stanno valutando le mascherina con una finestrella trasparente sulla bocca per le sedute di logopedia, ma anche per i non udenti e coloro che insegnano le lingue straniere.

Diciamo che comunicare diventerà più difficile, per fortuna con il cuore sappiamo sempre esprimerci.

Antonella Cutolo

 

Notizia