Mascherina con copribocca per trasmettere la lingua dei segni, l’idea creativa di un’azienda santegidiense

0
291 Numero visite

Un copri bocca speciale, che può essere d’aiuto a tante persone che vivono una situazione di disagio.

E’ quello realizzato dalla Top 87, azienda santegidiese leader nel settore sportivo che con l’emergenza COVID-19 , si è “reinventata” il lavoro per venire incontro alle esigenze del mercato.
Dopo aver risposto all’appello della FISA ed aver donato uno stock di copri bocca destinati agli operatori impegnati sul campo a vario titolo per l’emergenza CONVID-19, il titolare Giuseppe De Berardinis aveva raccolto un’ulteriore richiesta della Federazione, sempre attenta alle esigenze delle fasce più deboli ed alla tutela della vita.

Il presidente Raffaele Perrotta, aveva chiesto infatti di realizzare dei copri bocca che potessero essere utilizzati dai non udenti.
La creatività del titolare dell’azienda santegidiese e del suo staff, ha portato alla creazione di una “mascherina” speciale, in poliestere traspirante, lavabile, con una copertura trasparente a livello della bocca in modo da rendere possibile la comunicazione attraverso la lingua dei segni.

Una risposta concreta a chi deve convivere giornalmente con tale problematica e per tutti gli operatori del settore in un periodo particolare che rischia di creare un maggior isolamento sociale.

 

Newsletter