La Fondazione Tim per l’arte che accoglie

0
27 Numero visite

In Italia ci sono 4.889 musei, uno straordinario patrimonio artistico che però non risulta accessibile alle persone con difficoltà percettive e sensoriali. Ecco perché Fondazione TIM ha lanciato un bando per diffondere soluzioni innovative, ispirate al «Design for all», per rendere fruibili a tutti le opere d’arte nei musei.

Il bando è rivolto a soggetti, pubblici e privati, senza scopo di lucro e nasce per andare incontro a tutte le persone con difficoltà sensoriali e percettive. Fondazione TIM attraverso il bando vuole diffondere soluzioni innovative per rendere fruibili a tutti – in particolare persone sorde e cieche (parziali o totali), sordocieche, sordomute e pluriminorate psicosensoriali – le opere d’arte custodite nei musei. Per essere definito «accessibile» un ambiente deve essere sicuro, confortevole e fruibile da tutti esattamente allo stesso modo e per farlo, è fondamentale scegliere l’approccio conosciuto come «Design for all»: una tipologia di progettazione in grado di ideare strumenti di fruizione adatti a tutti.

L’obiettivo di Fondazione TIM quindi è individuare un progetto innovativo e facilmente replicabile che possa essere diffuso nei musei italiani e garantire così una visita soddisfacente e indipendente a un pubblico decisamente più vasto.

Per informazioni visitare la pagina del sito CSV dedicata al bando www.csvlombardia.it/lombardia/post/larte-che-accoglie-bando-per-linclusione-nei-musei/.

Per partecipare è necessario registrarsi sul sito http://fondazionetim.it/bandi/larte-che-accoglie le proposte progettuali dovranno essere compilate e inviate esclusivamente online entro le 13 del prossimo 3 settembre.

 

https://www.bresciaoggi.it

Newsletter