Spesa e farmaci a casa, grazie a Croce Rossa ed Ens: servizio attivo anche per le persone sorde

0
29 Numero visite
PUBBLICITA\'

Ovunque per chiunque. Continua l’impegno della Croce Rossa Italiana del comitato di Lucca per fronteggiare l’emergenza sanitaria: oggi (23 novembre), in collaborazione con l’Ente nazionale sordi della sezione provinciale di Lucca, al via infatti il Progetto Ponte, iniziativa nata per dare assistenza alle persone sorde e garantire loro l’arrivo a casa di spesa e farmaci.

PUBBLICITA\'

Il progetto – spiega il presidente Cri Fabio Bocca – consiste nella collaborazione tra le due associazioni e permetterà alle persone sorde, che si trovano impossibilitate a spostarsi da casa a causa delle restrizioni dovute all’emergenza Covid19, di poter usufruire del nostro servizio di consegna spesa e farmaci e di poter ricevere tutto quello che necessitano a casa loro. Le persone, dal lunedì al venerdì in un orario indicato, contatteranno attraverso delle videochiamate i volontari dell’associazione Ens di Lucca i quali, una volta individuata la necessità, comunicheranno ai volontari della Croce Rossa ciò di cui ha bisogno la persona e si adopereranno nell’effettuare nel più breve tempo possibile la risoluzione di tale richiesta. Pertanto, il ruolo dei volontari Cri sarà quello del trasporto di spesa e farmaci alle persone che necessitano di tale servizio, invece i volontari Ens effettueranno la videochiamata e faranno appunto da ‘ponte’ tra noi e l’utente finale”.

Il servizio si è concretizzato e prenderà il via già dalla giornata di oggi grazie ad Alice Sensi, neo volontaria, la quale si è attivata sin da subito per lo sviluppo e la realizzazione del progetto.

“Ringrazio Alice per l’importante idea sviluppata – conclude il presidente – e ringrazio tutti i volontari che ogni giorno si mettono a disposizione per adempiere alla nostra mission che ci vede impegnati ancor di più in questa emergenza. Un ringraziamento speciale anche al presidente Ens Andrea Pagano che ci ha dato modo di collaborare a questa importante iniziativa”.

Come funziona

Le persone con disfunzione dell’apparato uditivo in situazione di quarantena, isolamento preventivo, Covid positivi accertati o anziani ultra 65enni potranno contattare l’interprete LiS per richiedere servizio spesa, servizio farmaci o fare altre richieste.
Al momento della videochiamata l’utente dovrà fornire i dati personali: nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e tipo di servizio, rispondendo alle domande dell’interprete Lis.
L’interprete, nel momento in cui riceverà la videochiamata, dovrà compilare il modulo fornito dalla Croce Rossa ponendo all’utente tutte le domande necessarie per il corretto svolgimento del servizio.
Successivamente l’interprete contatterà la sala operativa Cri per trasmettere la richiesta ricevuta e per informarsi sul giorno e sull’orario in cui i volontari si recheranno presso l’abitazione dell’utente.
Appena l’interprete avrà ricevuto data e ora in cui i volontari Cri passeranno a ritirare lista spesa o lista farmaci e soldi, invieranno all’utente un messaggio scritto, chiaro e breve.

Sarà poi compito del volontario Cri comunicare alla persona sorda il momento della riconsegna di spesa o farmaci. Rispetto ad altri tipi di richieste e/o servizi le interpreti prima di confermare la possibilità dovranno chiedere alla Croce Rossa se fattibili.

I volontari, una volta a casa dell’utente, dovranno ritirare soldi rigorosamente in contanti.

Chi contattare
Lunedì pomeriggio dalle 16.30 alle 18.30: Manuela 3474632885

Martedì pomeriggio dalle 16.30 alle 18.30: Isabella 3519678970

Mercoledì pomeriggio dalle 16.30 alle 18.30: Erika 3333449228

Giovedì mattina dalle 10 alle 12: Ludovica 3384086411

Venerdì pomeriggio dalle 16.30 alle 18.30: Alice 3287247918

 

PUBBLICITA\'
Notizia