Finti sordi chiedono offerte: scoperti da una (vera) non udente, la aggrediscono

0
1.292 Numero visite

La donna li ha fotografati con lo smartphone, ma uno di loro ha reagito prima di fuggire insieme ai complici. Indaga la polizia

Si fingevano non udenti e chiedevano offerte per una fantomatica associazione che si occupa di bimbi con questo tipo di problema. Tre presunti truffatori sono stati scoperti martedì pomeriggio a Bergamo, proprio da una (vera) non udente, che è stata anche aggredita da uno di loro.

È successo in occasione dell’intitolazione della pista ciclabile di via Tasso ad Angelo Mainetti, nello spazio antistante la chiesa di San Bartolomeo. Lì i tre, trentenni, notando la gente presente per la cerimonia, avevano pensato di fare incetta di iscrizioni alla loro associazione, e sopratutto di denaro.

Si sono così avvicinati e senza parlare si sono rivolti ad alcune persone, mostrando un foglio con scritto le loro richieste: sottoscrizioni al gruppo e un’offerta libera. Qualcuno ha dato loro alcune banconote da 10 euro.  All’evento, però, era presente anche una donna non udente, E. M., 45enne bergamasca, con la sua accompagnatrice.

Quando li ha visti, insospettita, ha estratto lo smartphone dalla borsetta e ha cercato di fotografarli. Nel frattempo due sono scappati, mentre il terzo le si è avvicinato con fare minaccioso, le ha strappato il cellulare dalle mani e l’ha scagliato a terra, prima di fuggire a sua volta. E. M. l’ha inseguito lungo il Sentierone, cercando di bloccarlo anche grazie all’aiuto di alcuni passanti, ma il truffatore è riuscito a dileguarsi.

Poco dopo è giunta sul posto una volante della polizia, che ha raccolto le testimonianze e ha iniziato la caccia ai malviventi, che ora rischiano una denuncia. I tre, insieme ad altri presunti complici, sono stati visti in azione anche in altre località del centro di Bergamo nei giorni scorsi

https://www.bergamonews.it

Newsletter