Sassari: sordomuto e senzatetto, non sapeva cosa fosse il certificato verde

La storia di un anziano sassarese timoroso del Covid: al centro malvestito, trascurato e con una gamba quasi in putrefazione

0
330 Numero visite
PUBBLICITA

I servizi sociali si sono occupati  di lui e dopo qualche giorno ha avuto la prima dose

PUBBLICITA

di Luigi Soriga

Si è presentato al Centro vaccinale di Sassari. Non sapeva cosa fosse il certificato verde. Ma voleva vaccinarsi, perché spaventato dal Covid. L’uomo, sordo muto da quando era bambino è una sorta di invisibile. Senza un nome, documenti, trascurato, malvestito, e con una gamba quasi in putrefazione da anni.

Una condizione estrema che ha fatto mobilitare i medici del Centro e i servizi sociali. Prima la medicazione e dopo qualche giorno la prima dose del vaccino, sperando che lo protegga non solo dal covid, ma sia una dose permanente di fiducia verso il prossimo.

 

Notizia