PUBBLICITA

Le misure adottate nell’ambito di questa emergenza, prevedono un uso continuo ed indiscriminato delle mascherine, in tutti i contesti della vita quotidiana, dal supermercato, alle visite mediche, alla posta, etc. Si prevede che tale condizione perdurerà per molti mesi e diventerà, forse, una misura permanete a cui abituarsi.

PUBBLICITA

“Una circostanza che incide notevolmente sulla vita di una persona sorda” Evidenzia Valeria Versienti, Presidente Provinciale ENS Reggio Emilia. “L’utilizzo della mascherina impedisce la lettura labiale, la visione del viso e delle espressioni, con conseguente mancanza di comprensione tra interlocutore sordo e interlocutore udente. Le persone sorde risulteranno sempre più emarginate dal contesto sociale e la circostanza, in questo preciso momento emergenziale, può anche causare pericoli per l’incolumità e la sicurezza della persona”.

“E’ importante far capire all’esterno -sottolinea la Versienti- che ogni persona sorda è diversa dall’altra: le persone sorde comunicano con strumenti diversi, non tutti i sordi sono oralisti, e nemmeno tutti conoscono la Lingua Italiana dei Segni (LIS). Occorre dare, quindi, tutte le indicazioni per una giusta comunicazione con una persona sorda: il labiale, la LIS, le espressioni, il movimento corporeo, la sottotitolazione, la scrittura”.

Diventa quindi importante sensibilizzare più persone possibili sull’argomento e illustrare quelli che sono gli accorgimenti necessari per comunicare con una persona sorda, in questa particolare situazione caratterizzata dalla presenza del Covid-19.

A tal fine l’Associazione ha elaborato un volantino, con indicazioni semplici, utili per chiunque, che tiene conto di TUTTE le tipologie di sordità, senza alcuna discriminazione (nsr, in calce all’articolo il volantino completo).

I consigli evidenziati nel volantino si riassumono principalmente in 3 parti:

1. Abbiamo bisogno di leggere le labbra per comprendere (con la mascherina è impossibile);
2. Se non è possibile allontanarsi e abbassare la mascherina, chiediamo di SCRIVERE su un foglio o su supporti di messaggistica istantanea, Speech to Text ecc.;
3. Nel caso di persone sorde che comunicano attraverso la LIS e che necessitano di informazioni importanti e urgenti, il Consiglio regionale ENS Emilia Romagna fornisce numeri telefonici di INTERPRETI LIS contattabili tramite videochiamata (suddivisi in 3 macro-aree regionali), a supporto della comunicazione tra persona sorda e personale sanitario, assistenziale (ospedale, ambulanze, Croce Rossa) e delle Forze dell’Ordine, Carabinieri.

nsr

 

Notizia