Lanciano sassi contro madre e figlio disabili: è caccia alla banda di bambini teppisti a Salerno

Nel mirino sono finite due persone affette da problemi psichici che vengono assisstite dai volontari della Comunità di Sant'Egidio

0
249 Numero visite
PUBBLICITA

Madre e figlio vittime di una banda di bambini teppisti nel quartiere Pastena di Salerno.

Da tempo, ormai, la donna di 75 anni e il figlio di 34 anni, entrambi con problemi psichici ed assistiti dai volontari della Comunità di Sant’Egidio, sono finiti nel mirino di un gruppo di teppisti che, ormai quotidianamente, li tormentano.

PUBBLICITA

La violenza

L’ultimo increscioso episodio – riporta Il Mattino – si è verificato lunedì sera, intorno alle 22, quando una decina di ragazzi li incrocia in strada ed inizia ad inveire contro di loro. In poco tempo, madre e figlio si chiudono in casa ma la pace dura poco. I giovani, infatti, cominciano a lanciare pietre contro la loro abitazione frantumando anche un vetro di una finestra. A quel punto, in preda al panico, i due raggiungono l’abitazione di un volontario che, resosi conto della situazione, si offre di accompagnarli dai carabinieri, ma la baby gang torna subito alla carica prendendo di mira l’auto con i tre a bordo. Sul posto, allertati telefonicamente, arrivano i militari dell’Arma, che sono riusciti a bloccare solo tre componenti della banda, tutti minorenni; gli altri sono riusciti a fuggire.

 

Notizia