Caro energia, gas, luce e acqua: bollette gratis per i disabili

Durante la pandemia le famiglie con a carico persone con disabilità totale hanno dovuto sopportare maggiori spese di energia elettrica e gas

0
313 Numero visite
PUBBLICITA

In questo delicato momento in cui tutti sono travolti dagli effetti del caro energia, Assodiritti nel solco delle sue priorità avvia una raccolta firme pere tutela i disabili. Assodiritti è consapevole che non sono solo i disabili ad essere travolti da questo grave problema ma anche molte altre categorie e quindi ci assoceremo a sostegno di altre iniziative, purché non burocratiche e non semplici prese in giro. Una precisazione necessaria di fronte a proposte delle istituzioni che non solo sono macchinose e inutili, ma sono delle vere cortine fumogene che avvantaggiano solo le multinazionali.

PUBBLICITA

La proposta di Assodiritti che vi chiediamo di firmare è semplice e chiara (anche se limitata).

Esentare del tutto i disabili dal pagamento delle bollette Gas, Luce, Acqua, senza alcun adempimento burocratico salvo l’invio ai gestori del proprio certificato di disabilita totale.

Il gestore dovrà ridurre il pagamento a zero su tutte le voci (canone Rai incluso) e ottenere un ristoro direttamente dallo stato, senza altri adempimenti burocratici dell’utente.

Il gestore dovrà controllare presso Inps, Asl ed enti preposti la veridicità della certificazione, 100% di invalidità, (inizialmente, ma da estendere quanto prima) e applicherà le deduzioni dalla data stabilita per legge, automaticamente e con eventuali ristorni se i tempi degli adempimenti o controlli provocano ritardi.

Le utenze dovranno essere intestate alla persona disabile per evitare trucchi o sotterfugi in precedenza comunque dalla data del riconoscimento invalidità, per evitare traffici e furbetti.

Il beneficio dovrà essere indipendente dal reddito, come l’indennità di accompagno.

Rammentiamo a tuti che questa esenzione non annulla tutti gli effetti del caro energia per le persone disabili, in quanto la maggior parte degli effetti negativi saranno l’aumento dei prezzi generalizzata e l’inflazione a cui questo provvedimento non può far fronte completamente, e che avrà certamente impatto devastante su tutte le categorie e sulle piccole e medie imprese.

Questa iniziativa vuol essere un un primo limitato essenziale soccorso alle categorie disabili, ma anche un’azione pilota esemplare di altri tipi di interventi non burocratici che proporremo per altre categorie più bisognose.

Si tratta di cominciare a combattere e denunciare la strategia degli oligarchi che con un finto pauperismo millantano ristori e provvedimenti ma poi li invischiano in contorte speciose o macchinose procedure burocratiche che arricchiscono i furbi ma non aiutano affatto le classi povere.

Il testo dell’emendamento Decreto Legge caro bollette

Al fine di sostenere le famiglie con a carico disabili di cui alla legge 5 febbraio 1992 n. 104 affette da patologie per le quali sono impossibilitate alla mobilità permanente è erogato un contributo annuo a fondo perduto per far fronte alle maggiori spese dei consumi domestici di energia comunque utilizzati pari all’80 per cento delle relative bollette di energia elettrica e gas.

Il contributo è calcolato sulle bollette pendenti alla data della presente legge

La erogazione del contributo è effettuato dalla Agenzia delle Entrate a semplice richiesta del capo famiglia dietro dichiarazione di invalidità permanente della competente ASL

5. Agli oneri derivanti dal comma 2, pari a euro 15.000.000 per l’anno 2022, si provvede ai sensi dell’articolo …………(1)

Motivazione

Durante il periodo di pandemia le famiglie con a carico persone con disabilità totale, costrette a letto o in carrozzina H24, hanno dovuto sopportare maggiori spese di energia elettrica e gas. Per mantenere le mura domestiche con un confort climatico in ragione della loro condizione o terapeutico come richiesto, ad esempio, dai malati oncologici e di Sla.

Questa azione muove da un substrato culturale solidaristico specifico che qui non possiamo approfondire e che rimandiamo al vostra volontà di capire aderendo ai nostri social che di volta in volta chiariranno le prossime mosse, e la loro valenza culturale .

Dovete semplicemente aderire alla nostra pagina Assodiritti.

Assodiritti | Facebook

facebook e twitter https://twitter.com/Assodiritt

instagram https://www.instagram.com/assodiritti/?hl=it

blogger https://www.blogger.com/u/1/blog/posts/8421279708370182876?tab=jj

oppure ISCRIVETEVI al canale youyube assodiritti abbate. https://www.youtube.com/channel/UCcEcNrTLSdnJKukUgNC1o6Q?view_as=subscriber

In questa azione chiamiamo a raccolta e supporto tutte le associazioni culturali, sociali e di volontariato che finora hanno sostenuto la causa sociale e che potranno partecipare con noi alla mobilitazione come già hanno fatto diverse di loro, che ringraziamo per il supporto.

Ringraziamo tutti coloro che ci stanno sostenendo in questa azione a favore dei disabili e in primis

Rea Sat l’associazione delle emittenti radiotelevisive locali libere.

Movimento Tutela Sociale e la rivista puntocontinenti.it

Il forum associazioni romane

Assocultura e via via daremo notizia di giornali, siti web, associazioni e movimenti che vorranno supportare la causa aiutandoci a raccogliere firme per la petizione prendendo contatti con noi ad info@assodiritti.it

E al sito web www.assodiritti.it da cui rintracciate tutti i social (scaricate e copiate questa nota).

Per coloro che volessero approfondire maggiormente il quadro culturale che fa da sfondo e guida a questa nostra azione rinviamo al libro il mistero delle tre cattedrali (un giallo d’azione che serve però a far riflettere sui diritti calpestati.)

Presentazione del problema della stangata sui disabili su Puntocontinenti. https://youtu.be/OXWUT0YUB08

Avv. Fabrizio Abbate

 

Notizia