Nasce Fand, una federazione che dà voce alle diverse forme di disabilità

0
715 Numero visite
PUBBLICITA

Lo scorso 4 maggio presso la sede Anmil di Catanzaro si sono riunite le associazione federate e fondatrici della Fand, Federazione associazioni nazionali delle persone con disabilità catanzaresi, quali l’unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, l’associazione nazionale mutilati ed invalidi del lavoro, l’ente nazionale sordi, l’associazione nazionale mutilati ed invalidi civili e l’unione nazionale mutilati per servizio, autoconvocate per la costituzione del Comitato di coordinamento provinciale Fand Catanzaro.

PUBBLICITA

7 maggio 2017
Il Comitato provinciale di coordinamento – informa una nota stampa –  è il nucleo fondamentale della Federazione ed opera in regime di autonomia rispetto agli organi centrali della Federazione, ma conforma la sua azione alle direttive programmatiche del Comitato esecutivo ed a quelle del comitato regionale di coordinamento.
In occasione dell’incontro a norma di statuto i componenti presenti hanno dunque proceduto alla ricostituzione dell’organo che avrà l’arduo compito di farsi portavoce delle istanze delle varie forme di disabilità presenti sul territorio.
Occorre infatti ricordare come la associazioni aderenti alla Fand oltre ad essere le più rappresentative, godano del riconoscimento delle più alte cariche dello Stato quali enti dediti all’assistenza di tutti i portatori di Handicap sulla base della propria specificità.
All’unanimità dunque i componenti hanno proceduto alla votazione dell’organo dirigenziale che a conclusione dello scrutinio ha visto la nomina di Luciana Loprete, già Presidente dell’Uici catanzarese, assumere la carica di presidente Fand di Catanzaro, coadiuvata da Luigi Francesco Cuomo e Serafino Mazza rispettivamente presidenti dell’Anmil e dell’Ens quali vice-presidenti.
Inoltre l’intero coordinamento ha inteso dare l’avvio alle proprie attività istituzionali sin da subito, nell’ottica di una maggiore collaborazione libera a lontana da ogni forma di individualismo e gelosia, che altro non sono, che deterrenti per il buon funzionamento di un organo che invece, ha lo straordinario ruolo di portavoce di una utenza sempre bistrattata ed ai margini della società. E’ giunto quindi il momento di dire basta a questa situazione di stallo, pertanto la Fand catanzarese attuerà allo scopo ogni azione per il benessere dei soggetti rappresentati.

http://www.catanzaroinforma.it

Notizia