L’intervista a Franco Previte (Associazione Cristiani per Servire) “Instabile situazione”

0
1.788 Numero visite

E’ in atto una situazione politica anomala, soprattutto quella verso il mondo della disabilità. E’ auspicabile che la politica non dia più sfogo ad arroganze, assuefazioni, assunzioni di potere, ingiustizie, ma svolga un’opera meritoria al fine di arrecare utilità e bene comune.

La Redazione di Sordi on line ha chiesto al Presidente dell’ Associazione Cristiani per servire” Franco Previte cosa ne pensa di questa instabile situazione ?.

 

D – Presidente la politica odierna, nella grave situazione economica e morale, deve “guardare” al Paese reale, in cui versa tutto il mondo della disabilità  e questo per il campo della sostanziale economia che vede questo mondo bistrattato. Le sembra giusto ? Inoltre cosa vede nel futuro di possibili elezioni politiche, futuro molto vicino ?

 

R – La  grave situazione economica, fiscale, morale, politica della n/s Italia necessita di provvedimenti contingentali, risolvibili e tali che con un Governo in carica “ semi sfiduciato” e con un Parlamento dichiarato “non legale”, quindi non in grado di legiferare, non necessita di una “task quirinalizia” per risolvere una crisi spaventosa.

 

Quella economica la lasciamo agli economisti per raggiungere condizioni di equità, in primo luogo quella fiscale, (art.53 della Costituzione dove “tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità  contributiva” condizione molto martoriata, convulsa, imprecisa ), perché gli obiettivi dello Stato sociale e del popolo consistono nella coscienza dei doveri pari a quelle dei diritti e soprattutto del dovere di solidarietà politica, economica, fiscale, morale, sociale il cui adempimento è condizione necessaria per corrispondere alle scelte della Costituzione .

Quella morale dipende dalla lealtà dei cittadini verso i principi fondamentali a collaborare per realizzare con modalità nuova i valori immessi nella Costituzione data per dare allo Stato un volto ed un valore profondamente umani, mentre oggi la politica è diventata un “mestiere”, una “professione”, un “lavoro” che quasi spinge la persona ad entrare nei meandri dei suoi “palazzi”, dei suoi “corridoi”, dei suoi “ambiti “ non per quello di svolgere un’azione per il bene comune, ma per raggiungere quei privilegi che derivano dal potere, dimenticando il resto della quotidianità  .

Quella politica, dove dovrebbe trionfare “ La coscienza”, come dice il Cardinale Dionigi Tettamanzi nel libro “Lo sguardo di cristo, “  è il posto dove l’uomo colloquia con se stesso” in libertà, non in libertinaggio, quindi non si deve tacere, ma difendere anche il versante della morale.

Certo la politica odierna è ben diversa da quella di un tempo trascorso dove una volta i “politici” dilapidavano intere proprie fortune non per vanità, ma per magnanimità, per amore della Patria, per essere utili.

Purtroppo, si cerca di “trafugare beni ” per ultra possederne, per conquistarsi un posto al sole e dove trionfano immagini di persone che si dichiarano, quando è comodo, anche Cattolici, quale culto cieco bieco aberrante.

Oggi, 2017, la politica è formata da personaggi che cercano nel potere una risposta al loro carattere ribelle, inquietante, avido, impulsivo, per questo motivo, si danno da fare per arrivare a quel potere, felici per il momento di smentire quel detto della buona anima del Presidente Andreotti : “ il potere logora chi non ce l’ha ”, visto che la politica ( a parole) è dotata di mal celati propositi !

Diceva Pierre Thivollier “ Aver fede è innanzitutto aver fiducia in qualcuno, Il bambino crede a sua madre, lo scolaro al maestro, il malato al suo dottore ”, cosa crede il politico ? E chi crede il politico ? E chi crede nella politica in questa Torre di Babele ?

Ecco perché la politica è formata da inediti rappresentanti che da troppo tempo cercano di trasformare il n/s Paese in un agglomerato di persone, dove trionfa la corruzione, la concussione ed ogni possibile ed impossibile reato .

Abbiamo bisogno di onesti Politici che ci amministrano per il bene di tutti come li vuole la buona politica .

Abbiamo bisogno di buoni Sacerdoti che sappiano, da buon Samaritani, evangelizzare e non agire come arroganti funzionari, impiegati o dipendenti della Chiesa come dice Papa Francesco  e non dallo “ spirito del carrierismo che  fa tanto male alla Chiesa”( Vaticano Chiesa S. Marta 15 maggio 2013 ).

Ritornando alla politica, il cittadino si domanda: perché i risultati elettorali, a parte la forte astensione dal voto dell’elettorato ritenuto moderato, favoriscono ed agevolano Movimenti o Partiti che possono contare sui loro fedelissimi ?

Indubbiamente questi “ cespugli”, questa “impropria” politica, questo “intreccio” non soltanto ostacola una efficiente governabilità, ma riduce, per ora, la possibilità al cittadino di dare un voto di indirizzo, anziché di investitura, per cui necessita una riforma della Legge Elettorale, da noi lungamente auspicata, che consenta la valida e libera espressione dei cittadini in soli due Partiti Politici e “ liberare ” la politica dai gruppi di potere !

Dove è finita la dignità umana, dovere morale di difesa delle Istituzioni ? Questo è civiltà della filosofia realistica. La “ Task Quirinalizia” è avvertita .

Le domande che il cittadino spesso si pone in questi “frangenti” in cui si dibatte la n/s Italia sono molte, ma quelle che colpiscono di più l’opinione pubblica sono quelle che riguardano le persone deboli, emarginate, indifese, in una parola il mondo della sofferenza : che tutti dicono di difendere, specie gli handicappati psichici !

I frequenti e gravi episodi che si verificano nel n/s Paese, quasi giornalmente, scaturiti dalla stessa matrice di menti psichicamente instabili, nei quali bambini giovani anziani donne e gente comune sono vittime di incuria, violenze ed abusi d’ogni genere, ci lasciano attoniti sconcertati perplessi, che ci spingono alla richiesta continua alle Istituzioni di rimozione di un problema che è tra noi e che non possiamo fingere che non esista !

I quasi quotidiani tristi episodi in cui sono protagonisti malati psichici, sono crude manifestazioni che dimostrano l’inconfondibile e grave stato di deterioramento prodotto dal silenzio e dall’incuria delle Istituzioni a prendere sul serio questo grave disagio sociale con opportuni provvedimenti Legislativi, nonché Sociali e Sanitari, per non “parlare” dei disabili fisici traditi nei loro sacri diritti, specie quelli di natura economica !

Tipo di provvidenza Importo Limite di reddito
2017 2016 2017 2016
Pensione ciechi civili assoluti 302,23 302,23 16.532,10 16.532,10
Pensione ciechi civili assoluti (se ricoverati) 279,47 279,47 16.532,10 16.532,10
Pensione ciechi civili parziali 279,47 279,47 16.532,10 16.532,10
Pensione invalidi civili totali 279,47 279,47 16.532,10 16.532,10
Pensione sordi 279,47 279,47 16.532,10 16.532,10
Assegno mensile invalidi civili parziali 279,47 279,47 4.800,38 4.800,38
Indennità mensile frequenza minori 279,47 279,47 4.800,38 4.800,38
Indennità accompagnamento ciechi civili assoluti 911,53 899,38  Nessuno Nessuno
Indennità accompagnamento invalidi civili totali 515,43 512,34  Nessuno Nessuno
Indennità comunicazione sordi 255,79 254,39  Nessuno Nessuno
Indennità speciale ciechi ventesimisti 208,83 206,59 Nessuno Nessuno
Lavoratori con drepanocitosi o talassemia major 501,89 501,89 Nessuno Nessuno

 

 

Cresce e diventa più forte e sentito il bisogno di giustizia, di protezione a fronte di situazioni che procurano paura, insofferenza e delusione per la mancanza di credibili azioni che diano al cittadino almeno la sensazione di essere tutelati, malgrado il meritevole impegno delle Forze dell’Ordine, alle quali devono essere indirizzate parole di plauso per l’impegno di sicurezza, anche giuridica .

Si fa tanto clamore nell’immediatezza del dramma, per poi voltare pagina e lasciarlo nel buio della nostra coscienza, posto “ dove dovremmo colloquiare con noi stessi ”, come dice il Cardinale Tettamanzi .

Che dire, poi, di quanto pare avvenga nelle nostro corsie ospedaliere dove nel supremo ordine del risparmio, che ho chiamato, budget del ricoverato, la parola d’ordine sia quella di spendere meno, restringendo i tempi di degenza perfino per fasce d’età, in qualunque condizione di salute si trova il paziente, ancor più grave quando sono disabili, in tarda età, agonizzante . Ma questa è eutanasia, una licenza di uccidere, una omissione di soccorso !.

L’Associazione “Cristiani per servire”, a mia firma, con una urgentissima Petizione col n. 308 assegnata alla 12° Commissione Igiene e Sanità del Senato e col n. 31 divenuto poi n.1062 e poi ancora n.1109, assegnata alla 12° Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, ha richiesto, con la massima urgenza di conoscere la verità, affinché le singole Regioni possano in maniera omogenea intervenire con opportuni provvedimenti legislativi. budget del ricoverato    Petizione 2013  ,  ancora vergognosamente giacenti nelle singole Commissioni Parlamentari.

 

Rifinanziare le “missioni militari all’estero”, inutili “viaggi”, dispendiose e dispersive “manifestazioni”, la inutilità di quanto si verifica nella n/s Italia, ( intanto paga pantalone !), ed ignorare la salute dei cittadini , lo ripeto sempre, non è amministrare come dovrebbe fare il “buon padre di famiglia” !

Bisogna accantonare una volta per tutte, il mondo ed il libro dei sogni ! Ma dove è finita quella “solidarietà sociale”, quella dignità umana, quel rispetto della persona più volte “esumate” dalla politica e dalle Istituzioni e ritenute dall’opinione pubblica pseudo ed ipocrite ?

 

Ed infine “vedo” il n/s Paese, con una buona legge elettorale e con lo sbarramento del 5%/6% nella contrapposizione, soli due blocchi politici, riscontrando in “altri” risultati negativi da una vita sotto gli occhi di tutti e quindi necessita di un bipartitismo puro ed equilibrato tra due poli, di due coalizioni politiche di quel sistema politico che vede solo due Partiti e non di Centri di Potere ! Reputo in questa diversione politica la salvezza dell’Italia !

Notizie via email