PUBBLICITA

L’ente nazionale sordi di Pavia si rilancia, forte di un nuovo presidente -coadiuvato dal direttivo rinnovato- e della riapertura della sede storica di corso Garibaldi.

PUBBLICITA

D.SC.

A guidare la sezione provinciale dell’Ens sarà Piero Anselmo e ad affiancarlo nel direttivo quattro componenti: Mauro Micalizio (vicepresidente), Andrea Morandi (consigliere anziano), Natalia Horova (interprete nella lingua dei segni e coordinatrice della segreteria operativa) e Rosario Reina che sarà referente per il comitato giovani “Sordi Italiani”. Un gruppo di persone che è già al lavoro, anche per rendere omaggio in maniera concreta al centenario dell’ente morale fondato nel 1923.

Obiettivo primario è la riorganizzazione dei servizi sul territorio. Tra le priorità, come detto, la riapertura della sede operativa di via Garibaldi 71 a Pavia con un potenziamento dei servizi di patronato per le persone sorde e i loro familiari. Ma anche progetti e servizi specifici per scuole, enti pubblici e aziende private.

«Vogliamo essere un punto di riferimento per i nostri associati ma anche per tutto il territorio – spiega Piero Anselmo – oggi le persone sorde rischiano di essere escluse perché non conoscono tutte le opportunità che a loro sono riservate; spesso sono proprio le istituzioni a sottovalutare la nostra condizione, favorendo l’emarginazione». Proprio per favorire l’integrazione sociale, l’Ens ha deciso di potenziare gli uffici di segreteria prevedendo la presenza di un’interprete specializzata in LiS, la lingua dei segni. «La comunicazione è il primo ostacolo – fa presente il presidente Anselmo – insieme ad una serie di professionisti in ambito medico, psicologico e legale aiuteremo le persone sorde a relazionarsi con la società e viceversa».

Gli Uffici Ens Pavia sono aperti il martedì dalle 9 alle 12 e il giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18. Telefono 0382/21064 o mail pavia@ens.it

 

Notizia