La ministra Stefani: «Fornite le prime mascherine trasparenti»

0
49 Numero visite
Pubblicità

«In via prioritaria vi posso annunciare che il Commissario straordinario per l’emergenza coronavirus Francesco Paolo Figliuolo, mi ha assicurato che ci sarà la distribuzione di una fornitura iniziale di mascherine trasparenti presso alcune sedi circoscritte prima di procedere all’acquisto di massa».

Pubblicità

Così si è espressa ieri sera la ministra per le disabilità, Erika Stefani, intervenendo su Teletutto nella puntata di «Obiettivo Salute» dedicata alla sordità.

Due settimane fa la mnistra aveva fatto una precisa richiesta al nuovo commissario per l’emergenza, in merito alla distribuzione e all’utilizzo delle mascherine trasparenti. «Si tratta di una attenzione che può sembrare qualcosa di velleitario – ha ricordato il Ministro – ma che invece è un prezioso aiuto per chi ha bisogno di leggere il labiale, per le persone affette da ipoacusia o sordità diventa l’unico strumento per poter capire e comunicare». «Penso sia un importante passaggio e attenzione da parte del commissario che ha risposto alla mia richiesta in tempi brevissimi», ha aggiunto. «In realtà, questo periodo è servito per capire quali tipologie fossero omologate e per prendere i contatti con le ditte fornitrici».

Il ministro ha poi parlato dei vaccini per i disabili e i caregiver, cioè delle persone che se ne prendono cura. «Siamo intervenuti sui gruppi target della vaccinazione anti-Sars-Cov-2/ Covid-19, e oggi ci sono finalmente le condizioni affinché sia garantita la priorità vaccinale non solo alle persone con disabilità grave, ma anche ai loro familiari e caregiver», ha spiegato. «Proprio ai caregiver questo Governo ha inoltre riconosciuto per la prima volta la possibilità di prestare assistenza in ospedale alle persone con disabilità». «Lo abbiamo detto e lo stiamo facendo: la tutela e la protezione delle persone con fragilità, e di chi è a stretto contatto con loro, sono valori e obiettivi che devono essere stabilmente al primo posto dell’agenda politica», ha concluso il ministro.

 

Notizia