Come non pagare il canone Rai con la legge 104?

0
344 Numero visite

ECCO LA PROCEDURA

Continua la nostra discussione sul canone Rai, la tassa annuale che viene richiesta a coloro che posseggono un apparecchio audiovisivo in grado di garantire la visione di contenuti multimediali. La Legge di Bilancio del 2019 ha introdotto una novità che prima non era prevista: l’esenzione dal pagamento per i possessori di Legge 104/92.

La normativa quindi si rivolge agli invalidi civili riconosciuti dalla legge e residenti nelle case di riposo, che possono ottenere uno sconto del 100% (pari a 90 Euro) del canone Rai.

La richiesta di esonero deve essere presentata una sola volta, e sarà valevole anche per gli anni successivi: ciò vuol dire che se la presento quest’anno, nel 2022 non dovrò farlo di nuovo in quanto sono già esonerato dal pagamento.

La dichiarazione sostitutiva può essere presentata attraverso l’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate, ma anche tramite altri due metodi.

E’ infatti possibile spedire la richiesta, appositamente compilata ed in cui si attesta di essere beneficiari della Legge 104, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino (TO). Nel plico deve essere inserita anche una fotocopia fronte retro di un documento di riconoscimento valido (carta d’identità, passaporto, patente).

In alternativa, si può completare la procedura anche tramite PEC, spedendo sempre la documentazione di cui sopra all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it. In questo caso è necessario che i documenti siano firmati digitalmente.

I beneficiari di Legge 104 si aggiungono alle altre categorie esenti dal pagamento del Canone Rai.

FONTE: La legge per tutti

Newsletter