Canone RAI 2020, esenzione per chi in possesso di 104

0
4.256 Numero visite

Tra le novità della legge di Bilancio 2019 c’è l’emendamento del M5S per introdurre l’esenzione dal canone RAI a favore dei possessori di Legge 104/92.

Alcune tipologie di utenti hanno la possibilità di non pagare il canone RAI che ci viene trattenuto automaticamente in bolletta, poichè basta possedere un apparecchio televisivo.

Il contenuto dell’emendamento recita:

“[…] LA RICHIESTA DI ESENZIONE, UNITAMENTE AL VERBALE DI RICONOSCIMENTO DELLA GRAVE DISABILITÀ, È INOLTRATA ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE, PER MEZZO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA, DALLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA CHE NE HANNO LA RAPPRESENTANZA E LA TUTELA.”

Esenzione Canone RAI Disabili Legge 104/92: a chi spetta?

Le persone che hanno diritto all’esenzione canone RAI sono:

  • Invalidi civili degenti in una casa di riposo;
  • Anziani Over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro;
  • Militari delle Forze Armate Italiane: ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate;
  • Agenti diplomatici e consolari: solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani;
  • Rivenditori e negozi in cui vengono riparate TV;
  • Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato;
  • Chi non possiede in casa un apparecchio televisivo.

Esenzione Canone RAI Disabili Legge 104/92: come richiedere l’esonero?

Per poter essere esonerati dal pagamento del canone tv è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva.

Per le annualità successive non è necessario presentare nuove dichiarazioni negli anni successivi. È necessario presentare la dichiarazione di variazione dei presupposti se vengono a decadere i diritti.

Esenzione Canone RAI Disabili Legge 104/92: come chiedere rimborso?

Nel caso in cui ci si accorgesse che il Canone RAI Disabili è stato pagato attraverso la bolletta elettrica, pur avendo diritto all’esonero, si può richiedere il rimborso dei 90 euro.

Per farlo, è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva che attesta il possesso dei requisiti, utilizzando lo specifico modello che può essere trasmesso anche on line, indicando la causale 1.

Moduli possono essere:

  • consegnati dall’interessato presso un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate;
  • spediti in plico raccomandato, senza busta, al seguente indirizzo Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino (in tal caso va allegata copia di un valido documento di riconoscimento);
  • spediti tramite posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it e firmati digitalmente.

 

Newsletter