Pensioni di invalidità: quando spetta la quattordicesima

0
126 Numero visite

Ai titolari della pensione di invalidità spetta la quattordicesima? Dipende dalla prestazione percepita e dal possesso di alcuni requisiti; facciamo chiarezza.

Pensioni di invalidità: spetta la quattordicesima? Oggi vogliamo rispondere ad una domanda molto frequente in questo periodo, ossia se per i titolari di una pensione di invalidità spetta o meno la quattordicesima.

Come noto, il 1° luglio l’importo delle pensioni sarà più alto grazie al pagamento della quattordicesima; questa spetta a coloro che soddisfano determinati requisiti e solamente sui trattamenti di tipo previdenziale. Non spetta alcuna quattordicesima, quindi, sulle prestazioni di natura assistenziale, e questo basta per escludere dai percettori di questa misura i titolari dell’assegno per invalidi civili.

Ci riferiamo a quelle prestazioni che si definiscono assistenziali in quanto vengono riconosciute a prescindere dallo svolgimento di qualsiasi attività lavorativa – e pertanto dalla sussistenza di un rapporto assicurativo con un ente previdenziale – e senza che sia necessario aver maturato un minimo di anni di contribuzione. Non spetta alcuna quattordicesima, quindi, alle prestazioni di natura assistenziale come l’indennità di frequenza, la pensione di inabilità civile, l’indennità di comunicazione e la pensione per ciechi assoluti.

Spetta invece la quattordicesima sulla pensione di inabilità, in presenza però di determinati requisiti.

Quattordicesima per l’assegno ordinario di invalidità: quando spetta?

La quattordicesima, invece, viene erogata ai titolari dell’assegno ordinario di invalidità, quella prestazione economica che viene erogata ai lavoratori (sia dipendenti che autonomi) che hanno un’infermità fisica o mentale tale da determinare una riduzione superiore ai 2/3 della capacità lavorativa.

Requisito fondamentale per avere diritto alla prestazione è quello di aver maturato almeno 5 anni di contribuzione, di cui tre nei cinque anni precedenti alla data di presentazione della domanda. Si tratta, quindi, a tutti gli effetti di una prestazione di natura previdenziale, ed è per questo che non va confusa con il suddetto assegno di invalidità civile che invece ha natura assistenziale e per questo non dà diritto alla quattordicesima.

Ma attenzione: di per sé essere titolari della pensione di invalidità previdenziale non dà diritto alla quattordicesima, visto che nel contempo bisogna soddisfare tutti gli altri requisiti previsti dalla misura. Ad esempio, per averne diritto è necessario che il titolare abbia compiuto il 64° anno di età; sotto questa soglia non spetta alcuna quattordicesima.

Inoltre, è necessario soddisfare i limiti di reddito previsti, con il reddito personale – per il quale non si tiene conto di un’eventuale indennità di accompagnamento – che non deve essere superiore alle due volte il trattamento minimo. Spetta quindi la quattordicesima per coloro che hanno un reddito non superiore ai 13.391,82€.

Pensioni di invalidità: come si calcola la quattordicesima?

L’importo è definito ai sensi di legge (i nuovi criteri sono stati fissati dalla Legge di Bilancio per il 2017) e ne concorrono diversi criteri come ad esempio la cassa di appartenenza (se lavoratori dipendenti o autonomi), gli anni di contributi e il reddito personale.

Più sono gli anni di contributi e tanto più basso è il reddito e maggiore è l’importo della quattordicesima che comunque non supera i 655,00€.

Nel dettaglio, ecco la tabella con tutti gli importi previsti per coloro il cui reddito personale è sotto la soglia dei 10.043,00€, ovvero ad 1,5 volte il valore annuo del trattamento minimo:

Fondo di appartenenza Contributi Importo quattordicesima
Lavoratore dipendente Fino a 15 anni 437,00€
Lavoratore dipendente Dai 15 ai 25 anni 546,00€
Lavoratore dipendente Oltre i 25 anni 655,00€
Lavoratore autonomo Fino a 18 anni 437,00€
Lavoratore dipendente Dai 18 ai 28 anni 546,00€
Lavoratore dipendente Oltre i 28 anni 655,00€

Per chi invece non supera i suddetti 13.391,82€ l’importo è il seguente:

Fondo di appartenenza Contributi Importo quattordicesima
Lavoratore dipendente Fino a 15 anni 336,00€
Lavoratore dipendente Dai 15 ai 25 anni 420,00€
Lavoratore dipendente Oltre i 25 anni 504,00€
Lavoratore autonomo Fino a 18 anni 336,00€
Lavoratore autonomo Dai 18 ai 28 anni 420,00€
Lavoratore autonomo Oltre i 28 anni 504,00€

La quattordicesima, però, viene corrisposta fino a concorrenza del predetto limite reddituale incrementato della somma aggiuntiva ipoteticamente spettante. Ciò significa che al superamento delle suddette soglie spetta comunque una quattordicesima parziale; per capire come si calcola vi invitiamo a leggere la nostra guida dedicata.

 

Newsletter