Come ottenere la Legge 104 e l’invalidità civile per obesità. Chi è affetto da obesità forse non sa che potrebbe ottenere le agevolazioni che la Legge 104 assicura e persino il riconoscimento dell’invalidità civile.

Ovviamente non ci riferiamo a soggetti in evidente sovrappeso, ma a quelli che ormai faticano a muoversi e a svolgere le mansioni quotidiane e lavorative più semplici. In un altro articolo abbiamo risposto ai lettori che chiedevano se “I cardiopatici hanno diritto all’invalidità e alla Legge 104”.

Adesso analizziamo la situazione di chi quotidianamente lotta per spostarsi e lavorare con un corpo appesantito da un’eccedenza patologica di peso. Vediamo come ottenere la Legge 104 e l’invalidità civile per obesità dal momento che esistono sussidi e agevolazioni. Ciò perché le più gravi forme di obesità danno diritto alla Legge 104 in quanto rendono per molti versi disabile il soggetto.  In questi casi l’assistito ottiene gratuitamente ausili ed eventuali protesi, permessi retribuiti, agevolazioni per l’acquisto di farmaci e di auto. Ma anche deduzioni per visite specialistiche, per assistenza specifica e la possibilità di rifiutare trasferimenti e orari lavorativi notturni.

Come ottenere la Legge 194 e l’invalidità civile per obesità

Chi presenta un indice di massa corporea (IMC) superiore a 30 solitamente incontra notevoli difficoltà nel deambulare e nel compiere movimenti. Perciò ha diritto alle agevolazioni che la Legge 104 riserva ai disabili se la percentuale di invalidità oscilla tra il 31% e il 40%. Chi è affetto da un’obesità con ICM compreso fra 35 e 40 e presenta anche complicanze artrosiche può richiedere le agevolazioni della Legge 104.

In casi più gravi, l’indice di massa corporea risulta superiore a 40 e comporta ulteriori disagi nell’affrontare le mansioni quotidiane. Nello specifico, un’apposita Commissione valuta la riduzione della capacità lavorativa di un soggetto affetto da grave obesità. Ciò nella misura in cui la patologia ostacola o incide in misura significativa sulla deambulazione del soggetto e crea situazioni di disagio relazione.

Per ottenere l’assegno di invalidità civile è necessario il riconoscimento del 74% di inabilità lavorativa. Sono invalidi civili parziali i soggetti che hanno ottenuto il riconoscimento di una percentuale di inabilità che oscilla tra il 74% e il 99%. Quando un assistito con grave obesità può dunque richiedere e godere dei benefici economici che l’Inps riserva agli invalidi parziali?

Quando riuscirà a dimostrare una comprovata incapacità di svolgere la propria professione attraverso una certificazione che attesti l’effettivo stato di inabilità.

 

Newsletter