Pensione quota 100 con 60 anni di età e 37 anni di contributi

0
711 Numero visite

Quali si dimostrano essere le alternative al pensionamento sotto la soglia quota 100 con 60 anni di età e 37 anni di contributi? Nonostante l’ipotesi dell’introduzione della quota 100 entro il termine del 2019, sotto la probabilità del suo avvio nel corso della prima mensilità di gennaio, non risulterebbe possibile accedere a tale sistema sotto la soglia dei 60 anni.

La quota 100 prevede difatti il raggiungimento di  64 anni di età unitamente a 36 anni di contributi, un requisito che rimarrà tale anche in presenza di una misura strutturale. Accedendo all’assegno pensionistico presentando 60 anni di età anagrafica e relativi contributi si dovrà necessariamente subire una penalizzazione dell’importo totale stabilita in fase di elaborazione della quota stessa da parte del Governo.

Le penalizzazioni sulla quota 100 si pongono come obbiettivo lo scoraggiamento dell’accesso alla pensione in modo massiccio e precoce, una misura quindi accuratamente pianificata e studiata alla base dei propri principi dall’attuale Governo in carica

In alternativa si potrà presentare una domanda di pensionamento di vecchiaia anticipato per disabili, in presenza di handicap, sotto la soglia superiore all’80%, con 20 anni minimi di contributi versati.

Anche optando per un pensionamento di vecchiaia anticipato per disabili si dovranno comunque sostenere visite specialistiche, regolamentate da una Commissione Medica apposita parte dell’ente previdenziale dell’Inps.

Odiernamente, in presenza di 62 anni e 41 anni e 10 mesi di contributi, si potrà accedere al pensionamento anticipato di vecchiaia  senza alcuna penalizzazione, sotto requisiti che andrebbero successivamente a modificarsi con l’entrata strutturale della quota 100.

I sistemi regolamentanti la pensione anticipata tradizionale e la pensione di vecchiaia, attualmente vigenti, resteranno strutturali sino all’arrivo delle prime mensilità del 2019, slittando a 64 anni e 36 anni di contributi in caso di approvazione finale della quota 100.

Per quanto riguarda invece la longevità della vita i requisiti per il pensionamento tenderanno a salire gradualmente come preventivato anche nel corso delle statistiche rese pubbliche nel corso delle mensilità precedenti

https://www.esauriente.it/

 

Newsletter