Occupiamoci di pensione anticipata per coloro che usufruiscono della Legge 104 e che quindi hanno diritto a maggiori tutele da parte dello Stato.

La Legge 104 è quella che consente a disabili e a coloro che si prendono cura di persone con handicap (definite caregiver) di poter usufruire di alcune agevolazioni in campo lavorativo.

di Maris Matt

agevolazioni sono previste anche per le pensioni: i portatori di handicap e coloro che se ne occupano hanno la possibilità di andare in pensione anticipata in alcuni casi. Occorre essere in possesso di specifici requisiti ma il Governo ha riconfermato l’importanza di tutelare maggiormente alcune categorie di lavorator

Pensione anticipata con la Legge 104: quali sono i lavoratori disabili che possono andarci

Facciamo un passo indietro definendo la Legge 104 che è quella che consente ai lavoratori disabili la possibilità di richiedere due tipi di permessi nella fase lavorativa: o due ore giornaliere oppure tre giorni di permesso mensile. Chi ha una invalidità riconosciuta di almeno l’80% ha la possibilità di andare in pensione anticipata. L’articolo 1 – comma VIII – del Decreto Legislativo 503/92 ha infatti alzato l’età di pensione per tutti tranne per coloro che sono portatori di handicap all’80% che potranno dunque andare in pensione con qualche anno di anticipo rispetto agli altri. Nel dettaglio:

  • lavoratori disabili con almeno 80% d’invalidità riconosciuta: 61 anni per gli uomini, 56 anni per le donne
  • lavoratori non vedenti che vantano almeno 10 anni di assicurazione e contribuzione dopo l’insorgenza della cecità: 56 anni per gli uomini, 51 anni per le donne
  • altri lavoratori non vedenti: 61 anni per gli uomini e 56 anni per le donne

Per tutti i portatori di handicap con invalidità riconosciuta di almeno l’80% il requisito fondamentale per andare in pensione precoce è quello di aver maturato venti anni di contributi. Diversamente, i lavoratori disabili possono avere accesso all’assegno ordinario d’invalidità o alla pensione d’inabilità di tipo previdenziale (con requisiti specifici) ma non alla pensione anticipata, nonostante la Legge 104.

Pensione anticipata con la Legge 104: possibile anche per i caregiver

Anche coloro che si occupano dell’assistenza continuativa delle persone con handicap possono avere delle agevolazioni sulla pensione.

La modalità non è ovviamente la stessa delle persone disabili ma ci sono comunque due opzioni da considerare per le pensioni anticipate se si assiste una persona con grave handicap: una è l’Ape Sociale, l’altra è Quota 41. In entrambi i casi è necessario che l’assistenza a un disabile avvenga da almeno sei mesi.

 

Notizie via email