Badante cinquantenne residente nella città dei papi condannata a 2 anni di reclusione per circonvenzione di incapace  I fatti risalgono a 2 anni fa quando la donna residente ad Anagni aveva preso servizio presso l’abitazione di una coppia di sordomuti

I parenti di questi erano stati ben felici di questa assunzione in quanto i  congiunti a causa della loro disabilita’ avevano bisogno di un aiuto. Dopo qualche tempo però avevano cominciato a notare che la governante avevo cambiato completamente il suo stile di vita comprando una macchina nuova,  vestiario griffato e spendendo grosse cifre per fare i regali ai tuoi familiari. Una situazione che ha insospettito i parenti i che hanno voluto controllare i conti correnti dei due disabili.

E proprio da questi controlli era emerso che la coppia aveva prelevato ingenti quantità di denaro che poi sistematicamente consegnava alla badante. Da qui la denuncia per circonvenzione di incapace. Nei giorni scorsi la donna è stata condannata a 2 anni di reclusione più le spese processuali. il legale difensore Rosario Grieco ha comunque preannunciato che avverso questa sentenza presenterà ricorso in Appello.

Mar. Ming.

(fonte fotografica: Archivio Web)

Newsletter