C’è un nuovo indagato nella morte di Annamaria Sorrentino, la giovane miss Campania sorda. Si tratta dell’amico Gaetano, anche lui presente al momento della caduta della donna dalla casa in cui era in vacanza con il marito Paolo Foresta e altre due coppie di amici, lo scorso 16 agosto. Gaetano è accusato di omicidio preterintenzionale e a puntare il dito contro l’uomo è stata un’amica della vittima, secondo la quale sarebbe stato proprio Gaetano a spingerla giù.

Ad intervenire in diretta a La Vita in Diretta è stato anche l’avvocato Daniele Bocciolini che ha commentato l’ennesimo colpo di scena in questo caso già molto controverso: “Si è partiti dalle indagini nei confronti di Paolo Foresta essendo marito e principale sospettato, successivamente alla testimonianza che va accertata, si è iscritto nel registro degli indagati Gaetano. L’idea è che Annamaria sia stata vittima di un’aggressione poi sconfinata nell’omicidio”.

Certamente, ha ribadito l’avvocato, la vacanza alla quale prese parte Annamaria fu senza dubbio singolare, dal momento che la donna aveva un amante, di cui tutti sapevano, e Gaetano aveva però insistito affinchè andassero tutti insieme, prestando addirittura i soldi altri amici. Perchè fu fatta quella vacanza e perchè Annamaria gridava aiuto? Domande che al momento non hanno alcuna risposta.

ANNAMARIA SORRENTINO, PARLA LA MAMMA PATRIZIA

Ad intervenire a La Vita in Diretta, anche la mamma di Annamaria SorrentinoPatrizia. “Le sue colpe? Non ne aveva”, ha commentato, “tutti sapevano la relazione con Salvatore, da parte di Gaetano è stato un atto di gelosia evidentemente rifiutato da mia figlia, ecco perchè ha avuto il suo ruolo, portandola là e facendole giustizia”, ha tuonato. Secondo la madre Annamaria sarebbe perfino stata violentata: “Spero che all’apertura del cellulare della testimone cambierà l’imputazione di omicidio preterintenzionale perchè è stato tutto organizzato, non ho mai creduto al suicidio, l’hanno processata quel giorno”, ha proseguito nel suo racconto doloroso la donna. “Salvatore che ha fatto? Perchè la condanna l’ha avuta solo mia figlia? Lui non era l’amante, si erano innamorati e si sono messi insieme, tutti sapevano”, ha aggiunto. Ma perchè Gaetano ha tentato la fuga? “Perchè è stato lui”, ha spiegato la madre. Salvatore, a suo dire, fu testimone del fatto che quella sera Paolo e Gaetano erano chiusi in camera da letto: “la versione della testimone ha confermato che mia figlia è stata violentata”.

Fino a quando Annamaria era a casa della famiglia, la madre le è sempre rimasta accanto: “ma negli ultimi anni era dominata da Paolo e dalla sua famiglia”, ha aggiunto Patrizia, spiegando che anche i genitori dell’uomo la maltrattavano.

 

Newsletter