Sordomuti denunciano: “Scambiati per ladri ci hanno aggredito in 300, ma non riuscivamo a spiegare”

0
170 Numero visite
PUBBLICITA\'

A Cava de Tirreni (Salerno) nelle ultime settimane di giugno sono aumentati i furti in abitazioni e i cittadini hanno pensato di organizzarsi autonomamente  con  “ronde”. Alcuni partecipanti a queste iniziative – non autorizzate dalle forze dell’ordine  – hanno notato una macchina con targa estera e si sono avvicinati al conducente chiedendo chi fosse e cosa ci facesse in quella zona della città. 4 luglio 2019

PUBBLICITA\'
Guarda il video

Tuttavia è accaduto qualcosa di imponderabile: il ragazzo, sordomuto non è stato in grado di spiegare cosa stesse facendo ed è stato aggredito perché ritenuto invece un ladro. Ma il giovane stava semplicemente aspettando che due suoi amici, anch’essi sordomuti, scendessero di casa. Anche gli altri due sono stati aggrediti non appena sono stati visti.

Un incredibile gioco di equivoci che poteva davvero finire molto male. I giovani, inseguiti, sono riusciti a trovare riparo nella chiesa poco vicino in attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine. Intanto sui social si moltiplicavano le voci di 3 presunti ladri presi e braccati in chiesa a Cava dei Tirreni e in poco tempo oltre 300 persone si sono riversate in strada per picchiare i ladri. La folla ha distrutto l’auto dei tre ragazzi tentando di aprirla pensando che dentro ci fosse la refurtiva di qualche furto messo a segno poco prima. Nonostante le forze dell’ordine abbiano scortato i ragazzi in un’automobile di ordinanza la folla è riuscita a colpire più volte i ragazzi con calci e pugni. Anche alcuni agenti si sono feriti. I ragazzi sono stati ascoltati dalla Polizia, è stata controllata la loro auto e sono stati immediatamente rilasciati perché estranei ai furti.

https://youmedia.fanpage.it

PUBBLICITA\'
Notizia