Morto in Sri Lanka, il sindaco: “Verità nel rispetto di Gianfranco”

0
410 Numero visite
Pubblicità

Pubblicità

Odontotecnico con la vocazione per il volontariato, un uomo buono che pensava agli altri, agli ultimi. Lo descrivono così, a Cison di Valmarino, Gianfranco Fiorin, 63 anni, morto tragicamente in Sri Lanka giovedì travolto, stando alla ricostruzione delle autorità locali, da un treno turistico. Treno che lui, essendo non udente, era stato anche consigliere provinciale nell’Ente Nazionale Sordi di Treviso, non avrebbe sentito arrivare, venendo investito. Una notizia che ha sconvolto un’intera comunità.

Era arrivato da solo nel Paese asiatico solo il giorno prima. Non era nuovo a viaggi in località esotiche, lontane, aveva fatto per un periodo anche il volontario tra i bambini del Burkina Faso.

In Sri Lanka era già stato, e aveva deciso di ritornarci in ferie. Il rientro in Italia era previsto per il 10 febbraio. Poi, la tragica notizia. Alla famiglia è stata fornita solo una ricostruzione sommaria di quanto sarebbe accaduto sul lungomare. I familiari di Fiorin partiranno a brve per lo Sri Lanka per effettuare il riconoscimento e sbrigare le pratiche per il rientro in patria della salma. Piena disponibilità anche dal sindaco Cristina Pin per supportare in questo percorso la famiglia.

http://www.reteveneta.it

Notizia