A Mondello acqua profonda vicino alla spiaggia, ho rischiato di morire con mio figlio (sordo)

0
438 Numero visite
Pubblicità

Oggi 21 giugno 2018, io e mio figlio Emanuele (disabile non udente) di 9 anni abbiamo rischiato di morire nel mare di Mondello. Non eravamo molto distanti dalla spiaggia, io stavo facendo “nuotare” mio figlio e alla fine mi sono ritrovato con un piede a non toccare più, mentre con l’altro toccavo.

Pubblicità

L’Italo-Belga: “Posizionate più boe dopo l’incidente”

Lui per paura si è avvinghiato a me e io stavo annegando. Nessuno intorno a me ha prestato soccorso, poi una signora con sua figlia ci hanno tirato fuori da quel pericolo. E’ arrivato subito il bagnino soccorritore per prestare soccorso e quando io e mio figlio ci siamo ripresi dallo spavento, lui mi ha detto che più volte avevano fatto richiesta di boe di segnalazione ma invano fino ad oggi (da notare che dal lato sinistro – sulla stessa linea di mare – erano presenti).

Mancando tale segnalazione che delimita la zona in cui c’è pericolo è chiaro che chiunque che non sa nuotare rischia tanto che sia piccolo o grande. La zona incriminata è il settore b (cabine) dopo il bar Touring. Colgo l’occasione e la possibilità per segnalarlo per evitare che questo fatto increscioso succeda ancora. Mi domando per avere queste boe di segnalazione deve per forza scapparci il morto?

http://www.palermotoday.it

 

 

Notizia