Chiavari: Roberto Wirth e la sordità

0
991 Numero visite

Non è facile raccontarsi, specialmente se si tratta di mettere allo scoperto sofferenze, frustrazioni e traumi che appartengono alla nostra intimità più profonda. Bandito ogni pudore, Roberto Wirt – 66 anni, sordo profondo, direttore del prestigioso Hotel Hassler di Roma – ha scritto la propria autobiografia per aiutare i bambini sordi e soprattutto sordociechi. Per questi ultimi non ci sono strutture adeguate nè in Italia nè in Europa.

di Giuseppe Valle

img_3184-300x225

Ha creduto in lui e l’ha sostenuto il giornalista Corrado Ruggeri.

la sala Ghio Schiffini della Società Economica era gremita questo tardo pomeriggio, per applaudire o meglio per sventolare le mani, un uomo che potrebbe godersi ricchezza e notorietà ma che invece si adopera per gli altri.

Il libro ha una duplice funzione: racconta la storia di un uomo che ha superato le proprie difficoltà; incoraggia tutti, anche gli udenti, a non demordere e ad imparare ad ascoltare.

img_3182-300x225Wirth ha fondato la CABBS (Centro Assistenza Bambini Sordi e Sordociechi) onlus che si trova a Roma, sulla via Nomentana.  Qui i bambini e le loor famifglie sono assistiti, con le loro famiglie, fino all’età di 6 anni, con metodologie innovative che ottengono risultati soddisfacenti.

 

http://www.levantenews.it/

 

 

Newsletter