Ente Nazionale Sordi: festeggiati i 100 anni

0
1.155 Numero visite

La presentazione del libro “Un secolo di storia dei Sordi alessandrini” curato da Marino Franco testimonia più di un secolo di attività associativa, sostenuta da figure religiose e laiche che hanno dato vita all’Ens di Alessandria e lo hanno supportato con dedizione

485527667_dsc_4751

OVIGLIO – Domenica 9 ottobre la Sezione Provinciale di Alessandria dell’Ente Nazionale Sordi ha festeggiato il 100° anniversario di vita associativa. Un’occasione di incontro fortemente voluta a sostegno dello spirito di aggregazione che contraddistingue i sordi.  Oltre alle autorità locali, molte persone sono venute da tutta Italia, ex allievi dell’Istituto sordomuti di Alessandria.

La manifestazione è stata coordinata dal Consiglio Provinciale Ens di Alessandria presieduta dal presidente Marinella Veloce, dal vicepresidente Pietro Cordì e dalla consigliera anziana Giuseppina Valentini; sono intervenuti il presidente nazionale Giuseppe Petrucci, il presidente del Consiglio Regionale Ens del PiemonteAntonio Iozzo, il presidente del Consiglio della Liguria Ezio Lubrano, Padre Savino Castiglione, Suor Maria Maddalena Tondi, i Dirigenti Ens del Piemonte e di altre regioni, il collaboratore segretario Domenico Coscione, i soci anche da altre regioni e collaboratori soci volontari di Alessandria.

La giornata si è aperta con l’incontro dei soci al ristorante Da Tunon di Oviglio per poi spostarsi nella vicina chiesa dove Mons. Guido Gallese, ha celebrato la Santa Messa, molto “sentita” grazie alla interpretazione in Lis da Padre Savino della Piccola Missione per sordi di Roma.

Dopo pranzo si è svolta la presentazione del libro Un secolo di storia dei Sordi alessandrini curato dal socio Marino Franco. Il volume testimonia più di un secolo di attività associativa, sostenuta da figure religiose e laiche che hanno dato vita all’Ens di Alessandria e lo hanno supportato con dedizione.  Pur non essendo un grande centro urbano, Alessandria fu una delle prime sedi e una delle più importanti associazioni di sordi. Fondata nel 1915, ebbe tra i suoi precursori Antonio Perocchio e Mario Ivaldi, che, con altri 18 soci fondatori ebbero l’appoggio del direttore dell’Istituto Sordi di Alessandria, Sacerdote Federico Sbrocca, per costituire l’associazione sotto l’Unione Sordomuti Italiani (USI), allora presieduta dal professor Ernesto Scuri di Napoli.

L’Ens fu fondato con il Patto di Padova del 24 settembre 1932. In quegli anni la maggior parte dei soci della sede alessandrina aderiva ancora alla Società Mutuo Soccorso fra i Sordi, e solo una minoranza aderiva all’Ens. Le due associazioni continuarono su strade parallele fino al primo gennaio 1950, quando la Società Mutuo Soccorso si sciolse per fondersi con l’Ens in un’unica associazione riconosciuta su tutto il territorio italiano, quella che ancora oggi conosciamo e che ha un’importanza fondamentale per i sordi.

Il libro è stato offerto a tutti i presenti non solo con la volontà di far conoscere la realtà cittadina, ma come segno tangibile dello sforzo necessario per il sostentamento delle associazioni

http://www.alessandrianews.it/

Newsletter