L’INPS Puglia inaugura lo “Sportello Voce” per l’utenza sorda

0
2.568 Numero visite

Il Direttore regionale Inps della Puglia, Giovanni Di Monde, in un percorso incentrato sull’attenzione e la sensibilità nei confronti dell’utenza con disabilità, Martedì 2 febbraio p.v. alle ore 12,00, inaugura il primo “Sportello Voce” in Puglia con la finalità di semplificare l’interazione dell’utenza sorda con l’Inps.

Sportello_voce_per_sordiL’evento, organizzato in collaborazione con la Direzione centrale Organizzazione Inps, si svolgerà presso la Direzione provinciale Inps di Bari – Lungomare Nazario Sauro n. 41 – e si avvarrà della preziosa collaborazione dell’Ens (Ente Nazionale Sordi), grazie al contributo del Presidente del Consiglio regionale Ens Puglia, Gr. Uff. Nicola Dentamaro, della Presidente della Sezione Provinciale di Bari, Anna Buccino e del Presidente della Sezione provinciale Bat, Cav. Rocco Morese.

Primo in Italia, dopo la sperimentazione effettuata in area romana, lo “Sportello Voce” di Bari, in occasione dell’inaugurazione della presenza dell’interprete LIS, Maria Dellino, sarà gestito dai dipendenti dell’Istituto previdenziale barese con disabilità uditive e prevede un’apertura settimanale, nella giornata del giovedì.

A tutti gli utenti che usufruiscono di “Indennità di Comunicazione” (circa 1.500 in provincia di Ba e Bat), sarà inviata una lettera con la comunicazione dell’avvio dell’iniziativa, la Sede, gli orari e i giorni di apertura. Inoltre, tutti gli interessati all’iniziativa, potranno fissare un appuntamento scrivendo alla casella di posta elettronica istituzionale sportellovoce.bari@inps.it.

In Italia ci sono complessivamente 43.000 utenti Inps con disabilità uditive, di cui 3.000 nella nostra Regione dove, a breve, si prevede anche l’apertura di altri due sportelli voce, rispettivamente nelle Direzioni provinciali Inps di Lecce e di Taranto.

Alle ore 12,15, presso l’URP della Direzione provinciale Inps di Bari, si terrà la conferenza stampa alla presenza degli utenti che hanno già inoltrato le loro richieste all’Istituto, delle associazioni di categoria e degli stakeholder istituzionali

http://www.radiodiaconia.it

Newsletter