L’interprete LIS in televisione a chi serve?

0
164 Numero visite

Vorrei spiegare che la traduzione in LIS che accompagna tutti i discorsi ufficiali in televisione non viene capita da nessun sordo ed è quindi del tutto inutile. I sordi che hanno frequentato i vari collegi segnano un altro linguaggio che non è lo stesso usato dagli interpreti che invece imparano la LIS nelle scuole per ottenere il diploma che serve per lavorare.

Poi non si capisce a chi servono le “performance” teatrali e musicali che non fanno altro che imbarazzare le persone sorde, che non potranno mai capirne il sentimento, ma soddisfano solo l’ego degli interpreti che troppo spesso ne curano l’interpretazione.

Questa mia condizione di sordo-muto mi rende infelice perché le persone che dovrebbero aiutarci per agevolare la nostra vita, invece pensano solo ai loro stipendi ed hanno l’interesse che noi rimaniamo intellettualmente bloccati e non cresceremo mai culturalmente.

No alla comunità sorda Si alla cultura sorda.

 

Newsletter