Italia – Germania per calciatori sordi finita (quasi) 4 a 3

0
249 Numero visite
All’ingresso in campo. Le due formazioni che si sono affrontate allo stadio di San Cassiano

 

Giornata di festa, ieri, allo stadio di San Cassiano di Alba per la partita di qualificazione agli europei di categoria di Creta 2019.

Se l’Italia avesse messo a segno il rigore assegnatole proprio sul fischio finale, il risultato sarebbe stato “4 a 3” come quello del celeberrimo incontro che oppose le nazionali di calcio d’Italia e Germania nella semifinale mondiale di Messico ’70. E’ invece finita 4 a 2 la partita che ha visto le due nazionali affrontarsi sabato 21 aprile nello stadio di San Cassiano per una gara di qualificazione ai campionati europei per atleti sordomuti. Organizzati dalla European Deaf Sport Organization, i campionati si terranno a Creta nel 2019.

La nazionale italiana si trova nel girone con Serbia e Germania ed ha 3 punti ottenuti grazie alla vittoria ottenuta sulla squadra serba. Dopo la sconfitta di oggi, per qualificarsi deve sperare che la Serbia non faccia risultato contro la forte rappresentativa tedesca.

«Al di là del fatto sportivo – ha commentato il consigliere comunale Emanuele Bolla, che ha collaborato alla realizzazione dell’incontro – sono certo che questa sia stata una grande e riuscita giornata di festa per la nostra città. Che, ancora una volta, ha dimostrato di poter essere fiera di se stessa. Vorrei – ha chiuso l’esponente dei Fratelli d’Italia – ringraziare l’allenatore degli azzurri Stefano Del Corno, Corrado Avarino della delegazione albese dell’Ente nazionale sordi (Ens), la città di Alba, l’Asava, la Banda cittadina “Ars et labor” diretta da Claudio Taretto, Area Calcio e l’Accademia calcio per il supporto logistico offerto rispettivamente all’Italia e alla Germania».

https://ilcorriere.net

Notizie via email