Drag kid, negli USA una proposta di legge per vietare l’arte drag ai minori

0
184 Numero visite
PUBBLICITA

Nello Stato dell’Ohio, in America, è stato presentata una proposta di legge per vietare le performance in drag di ragazzi al di sotto dei 18 anni o, se fisicamente o mentalmente disabili, al di sotto dei 21.

PUBBLICITA

La proposta del rappresentante repubblicano Tim Shaffer, sostenuta da altri otto rappresentanti repubblicani noti per le loro posizioni anti-LGBT, propone anche per severe: fino a dei mesi di reclusione e 1000 $ di multa per i responsabili del minore e la revoca della licenza per gli alcoolici ai proprietari del locale in cui si svolge la performance. 

Schaffer sostiene che questa proposta sia nata come risposta ad un’esibizione avvenuta nella contea di Fairfield quel che giorno fa. Ad esibirsi in quest’occasione c’era Jacob Measley, in arte Miss Mae Hem, drag kid di nove anni, che ha iniziato, come molti suoi coetanei, a coltivare questa passione dopo aver visto RuPaul’s Drag Race, lo show televisivo che vede gareggiare tra di loro drag queen professioniste.

Nonostante la madre assicuri di vigilare attentamente sulle performance del figlio, facendo attenzione che persino i testi delle canzoni non siano sessualmente espliciti, si è vista arrivare una denuncia per maltrattamenti e abusi su minore. 

Lo stesso Schaffer, infatti, paragona l’arte dei drag kid al traffico dei bambini, sostenenendo che i bambini debbano essere protetti il più possibile da una tale violenza che, a suo dire, suggerirebbe che il minore sia coinvolto in situazioni a luci rosse del tutto inadatte alla sua giovane età

Peccato che Miss Mae Hem fosse, secondo i testimoni della performance, tra cui il sindaco di Lancaster, David Scheffler, completamente vestita e non stesse facendo nulla di alludente al sesso, senza essere toccata da nessuno della platea. 

L’ennesimo attacco omofobo mascherato da buone intenzioni, quindi

http://www.nonegrindr.it/

Notizia