Freddo russo anche la prossima settimana, NEVE su alcune regioni, ecco quali

0
24 Numero visite

Prossima settimana ancora in compagnia delle gelide correnti russe

SITUAZIONE. L’irruzione gelida che caratterizzerà il weekend di San Valentino si lascerà in eredità almeno per la prima parte della prossima settimana condizioni climatiche del tutto invernali con tempo a tratti instabile ed occasioni per nuove nevicate fino a quote molto basse. Mentre le regioni settentrionali e quelle tirreniche rimarranno in condizioni stabili con tempo in gran parte soleggiato, ma con clima ancora piuttosto rigido, le adriatiche e il Sud continueranno a subire gli effetti dei flussi gelidi nordorientali, con maggior instabilità e nuove occasioni per nevicate a quote molto basse, a tratti anche pianeggianti.

LUNEDÌ. L’anticiclone rimarrà completamente sbilanciato verso il Nord Europa, tra Scandinavia e stati confinanti con la Russia, mantenendo lungo il suo fianco destro una discesa di gelide correnti che dalla Russia continueranno ad affluire sul Mediterraneo centrale, inserite in un canale di intense correnti nordorientali. Queste prenderanno di mira le regioni del medio-basso Adriatico, le ioniche e parte della Sicilia con tempo instabile e nevicate anche in pianura sulle regioni peninsulari, localmente non escluse addirittura in Sicilia. Tempo più soleggiato sul resto d’Italia ma clima ovunque gelido e minime sotto zero al Centro-Nord, intorno allo zero anche su molte località del Sud.

TENDENZA FINO A META’ SETTIMANA. La probabile presenza dell’anticiclone sull’Europa centro-settentrionale almeno fino a metà della prossima settimana potrebbe favorire ulteriori apporti di aria molto fredda da nordest verso il Mediterraneo centrale. Con una simile premessa l’instabilità e il freddo pungente proseguirebbero ad intermittenza sulle nostre regioni meridionali e sl medio Adriatico anche fino a metà settimana, con nuove occasioni per nevicate a quote molto basse e temperature decisamente inferiori alle medie su tutte le regioni, anche ampiamente sotto zero. Vista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche, vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l’apposita sezione meteo Italia.

 

Newsletter