’Ndrangheta, anche falsi invalidi e medici nel maxi blitz a Verona

0
45 Numero visite

Il maxi blitz contro la ’ndrangheta, con 33 arresti e cento indagati, ha portato alla luce rapporti insospettabili con la criminalità organizzata calabrese, che coinvolgono anche medici compiacenti, che garantivano la pensione a falsi invalidi, e titolari di imprese.

Un fenomeno allarmante, ma le istituzioni stanno facendo argine e i risultati si vedono, come ha sottolineato il sindaco Federico Sboarina, che ha ribadito l’impegno contro le mafie: «Lotta dura ai fenomeni criminali».

VACCARI
Newsletter