Family day, centinaia di torinesi a Roma per difendere la famiglia tradizionale

0
982 Numero visite

Il Circo Massimo fatica a contenere tutti, una massa di uomini, suore, bambini, donne, sacerdoti. E’ iniziata così la giornata dedicata alla “famiglia tradizionale”, con 2 milioni di persone arrivate a Roma da tutta Italia , tra questi anche centinaia di torinesi e rappresentanti delle istituzioni Piemontesi.

r_f84f038abf

“Una piazza così non si è mai vista: la politica non può non ascoltarla. Sarebbe sorda e cieca”. A parlare è la vice presidente del Consiglio Regionale, Daniela Ruffino, dal Family Day di Roma, dove ha accompagnato un pullman di oltre 70 persone, partite ieri sera dal Piemonte per partecipare alla giornata.

“Quando un atto si ripete tre volte diventa consuetudine ha detto il Rabbino Capo di Roma al Papa – prosegue Ruffino – Vale anche per questa piazza, che riempie il cuore e dice #renziciricorderemo. La famiglia non può essere l’istituto ultimo e negletto, in Italia. Il popolo che crede in essa, un popolo dato per disperso, oggi si è manifestato. Per me, essere qui è una delle tappe del mio percorso di vita. Da sempre difendo le politiche a favore della famiglia. L’ho fatto da sindaco, prima, e continuo a farlo ora nel mio nuovo ruolo, lavorando a una legge regionale sulla famiglia, che ancora manca in Piemonte. Perché la famiglia è il luogo in cui si realizzano le personalità e non c’è nulla di più bello, al suo interno, del dono di una creatura. Il ddl Cirinnà, però, vuole mettere un prezzo ai nostri figli. Ma non si può mercificare il corpo di una donna. I figli non si pagano”.

http://www.torinoggi.it

Newsletter