Scuola, il M5s si scaglia contro Vannacci: “Delirante parlare di classi separate per studenti disabili”

Il capogruppo di Italia viva alla Camera: "La ministra Locatelli prenda le distanze"

0
172 Numero visite

Le parole di Roberto Vannacci sulle classi separate per studenti disabili “sono deliranti, pericolosissime o offensive per migliaia di famiglie”. Così in una nota gli esponenti M5s in commissione Cultura.

“Il candidato leghista propaganda una ghettizzazione disumana dei bambini, in contrasto con i valori più profondi della nostra Costituzione e con la Convenzione delle Nazioni unite sui diritti delle persone con disabilità, che impegna a una partecipazione paritaria delle persone con disabilità nella società, scuola ovviamente compresa. Cosa ne pensano i ministri leghisti alla disabilità e all’istruzione Alessandra Locatelli e Giuseppe Valditara? Difenderanno la scuola pubblica italiana e gli studenti disabili dai deliri di Vannacci o avalleranno con il loro silenzio un’idea che riporta agli anni più bui e terribili del secolo scorso?”, aggiungono.

Il partito che esprime la ministra per la disabilità “è lo stesso che alle europee candida il generale Vannacci che oggi propone le classi speciali per le ragazze e i ragazzi con disabilità” aggiunge in una nota Davide Faraone, capogruppo di Italia viva alla Camera. “E per mantenere alto il suo profilo razzista sentenzia che gli italiani hanno la pelle bianca e che Mussolini è uno statista. Questa è la Lega di Matteo Salvini che si preparara alle elezioni europee. La ministra Locatelli prenda le distanze da una simile assurdità”.

Redazione AgenziaNova

 

Notizie nella posta

Riceverai nella tua posta tutti gli aggiornamenti sul mondo
di MP Iscriviti gratuitamente ⤹