Marche, ad aprile un corso di LiS aperto a tutti

COME PARTECIPARE

0
74 Numero visite

Istao ed Ens Marche lanciano la possibilità di conoscere la Lingua dei segni italiana per un maggior interazione con le persone sorde

Pesaro, 9 marzo 2021 – Istao, ente di formazione accreditato dalla Regione Marche, accompagnerà Ens Marche nella gestione di un Corso intensivo di Lingua dei Segni italiana 1° 2° e 3° livello in partenza il prossimo 6 aprile. 

Obiettivo principale è quello di far apprendere una lingua che permetta l’interazione e la comunicazione tra persone sorde e udenti e faciliti la condivisione della loro storia, cultura e vita sociale. L’intento è di formare figure capaci di comunicare con le persone con sordità, facilitando l’accesso alle informazioni ed il loro scambio, essenziali per una maggiore partecipazione sociale.

Il percorso, organizzato in 6 moduli didattici per complessive 480 ore di formazione erogate on-line, metterà i partecipanti nelle condizioni di praticare la Lingua dei Segni Italiana (LiS), conoscere le abitudini, l’educazione, la storia, la cultura della comunità delle persone sorde; la competenza linguistica raggiunta permetterà di comunicare e condividere i bisogni, espressi ed inespressi, di comprendere certi punti di vista propri della comunità della quale si entrerà a far parte. Il tema della sordità sarà affrontato come fattore socio-culturale-linguistico in un contesto ampio, inoltre si apprenderanno le basi per stimolare e strutturare la memoria visiva e si acquisiranno competenze utili per nuovi percorsi formativo-professionali.

Il Corso, co-finanziato dalla Regione, è aperto ad un massimo di 20 partecipanti, maggiorenni e residenti nelle Marche, in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado. Qualora il numero delle domande fosse maggiore dei posti disponibili saranno organizzate prove di selezione.

Informazioni disponibili sui siti istao.it e marche.ens.it

 

Newsletter