Google Maps presenta una nuova funzionalità chiamata Luoghi accessibili che, quando attivata, mostra in modo più specifico le informazioni sull’accessibilità per sedie a rotelle e deambulatori. La funzione è in fase di rollout (verrà dunque aggiunta gradualmente) sia per dispositivi Android che iOS.

Google ha spiegato in un post sul blog:

Quando la funzione Luoghi accessibili è attiva, l’icona di una sedia a rotelle indicherà gli ingressi accessibili e gli utenti saranno in grado di vedere se un locale ha posti a sedere, servizi igienici o parcheggi riservati. Nel caso in cui un determinato posto confermasse che non è accessibile, l’informazione sarà allo stesso modo mostrata su Maps.

Google ha progettato la funzione per i 130 milioni di utenti nel mondo costretti sulla sedia a rotelle, di cui 30 milioni residenti negli Stati Uniti; l’ha realizzata grazie agli sforzi delle sue Guide locali, ma anche grazie ai proprietari dei negozi che hanno utilizzato Google My Business per aggiungere informazioni sull’accessibilità della propria attività al fine di aiutare gli utenti che necessitano di un accesso senza scale.

Per usufruire di Luoghi accessibili, è allora necessario aggiornare Google Maps alla sua ultima versione. Poi andare su Impostazioni, selezionare Accessibilità e attivare la funzione dedicata.

Si tratta indubbiamente di una feature utilissima per una minoranza di utenti, che vivono ogni giorno nella difficoltà e sono peraltro ostacolate dalle numerose barriere architettoniche.

A proposito del colosso di Mountain View, sul sito è possibile trovare una guida per scoprire come attivare gli effetti visivi su Google Meet.

Newsletter